Seleziona la tua lingua

Le prime esperienze di windsurf tra le onde possono essere frustranti: vi passano tutte sotto la tavola e non ne prendete una. Ma l'acquisizione della giusta tecnica nel waveriding vi aprirà le porte ad una disciplina magica, forse la più emozionante del windsurf, che vi fà davvero entrare in conttato con il mare.

 

Il waveriding: tecnica di base per prendere e surfare le onde

 

Come agganciare l'onda ; Discesa iniziale dall'onda ; il bottom turn ; il cut back ; uscita dall'onda .

 

In questo sito, abbiamo già dedicato alcuni articoli alle regole di precendenza tra le onde, ed alle principali manovre del waveriding. Ma se non sapete prendere le onde, questi articoli vi risulteranno inutili. Allora, abbiamo pensato di fare un passo indietro, e di condividere con voi la nostra esperienza nella tecnica di base del waveriding: come agganciare le onde, e come eseguire il bottom ed il cut back.

Premettiamo che in questo articolo analizzeremo il frontside waveriding, ovvero la tecnica di surfata delle onde, durante la quale la discesa nel cavo dell'onda ed il bottom turn ed il cut back (vedi più avanti) si effettuano con la faccia del rider rivolta verso la cresta e la parete dell'onda.

Un'altra importantissima considerazione preliminare è che la direzione con cui il vento impatta l'onda è fondamentale e determina differenze rilevanti nella tecnica da utilizzare, ma anche un differente livello di difficoltà. La condizione complessivamente più semplice (ma non del tutto priva di problemi) è quella in cui il vento arriva side off sull'onda, ovvero raggiunge l'onda impattando frontalmente sulla sua parete (non il dorso) in maniera obliqua. Tratteremo principalmente tale condizione, per aggiungere, nel corso della spiegazione, alcune altre considerazioni nel caso in cui il vento arrivi sull'onda side, o side-on. Quest'ultima condizione, frequentissima in molti spot del Mediterraneo, o di altri mari chiusi, in cui l'onda è generata dal vento locale (windswell), ed entrambi hanno quasi la stessa direzione di avanzamento, è la condizione, per certi versi, più complicata nel waveriding. 

Detto questo, iniziamo la spiegazione passo passo. E se avete qualche dubbio se valga la pena fare waveriding, godetevi il primo video qui sotto, con me in azione nel fantastico spot di Funtana Meiga, in Sardegna.

 

P1090786

 

 

 

Parte centrale dell'articolo omessa. La lettura della parte centrale di questo articolo è riservata ai Supporters di Waterwind.it. Per diventare un Supporter, clicca qui.

 

Uscita dall'onda

Uscendo dal cut back, e tornando a scendere dall'onda, potrete tornare a bolinare, per riportarvi in prossimità della sezione dove l'onda si sta srotolando in modo da sfruttarla il più possibile in surfata, e per non perdere troppa acqua (visto che nel waveriding si scarroccia parecchio). Oppure, potete rimanere più poggiati, ed impostare subito un nuovo bottom. Infine, potete scappare dall'onda che sta facendo close out, portandovi molto avanti ad essa. Ciò dipende dal comportamento dell'onda, ma anche da quello che c'è a riva davanti a voi!

Ad esempio, se avete una costa rocciosa, come ad Hookipa o a Cala Pischina, in Sardegna, una volta partiti in surfata sull'onda non potrete bolinarla troppo, ma proseguirete in un certo numero di bottom turns, fino a strambare sulla spalla ed uscire dall'onda, per evitare di essere spinti dall'onda sulle rocce (vedete video qui sotto). Se avete spot sabbiosi, e con un tratto di acqua piatta, nell'inside, davanti alla breaking zone, potrete bolinare di più, e surfare l'onda fino a quando avrà perso potenza, per virare (opzione preferibile, se l'onda ha completamente perso potenza, in modo da non perdere ulteriore acqua) o strambare, a fine surfata, e tornare a dirigervi verso il largo, per ricominciare da capo.

Spero che questa spiegazione vi possa essere utile.

Se avete suggerimenti, o considerazioni, potete inserirle nei commenti, qui sotto a fine articolo.

Aloha. Fabio

 

Senza il vostro sostegno, Waterwind non esisterebbe. Diventa nostro supporter!

Se vuoi fare pubblicità con noi, leggi qui, o contattaci.

Collabora con noi. Leggi qui

Acquista i nostri gadgets. Visita il nostro canale YouTube.

 

 

  

Nessun commento

I consigli del forum di Waterwind

    • Consiglio attrezzatura principiante
    • Vivere al mare sicuramente aiuta , anche perchè è stata una scelta fortemente voluta, considerando che lavoro a 120 km di distanza ...e aggiungo che essendo anche di origine sarda ne ho bisogno..Sicuramente vi terrò aggiornati....avevo à iniziato la ricerca della tavola come tra quelle descritte in precedenza contattando alcune scuole ma mi dicono che se ne riparla a marzo......nel frattempo...
    • In Windsurf - Forum / Chiedi un consiglio/Ask for advice
    • da Alessandro72
    • 14/01/2024 09:03
    • Waterwind Mast Selector
    • Ho avuto modo di provare l'accoppiata della Ga Sails Manic 4.2 2022, con un albero Ezzy Hookipa 370. Allego foto. Direi che l'accoppiata è più che soddisfacente, ed anche in navigazione la vela risulta performante (potente, ma con una spinta progressiva). Usando la misura di luff indicata dal marchio, si nota che nella zona dove la tasca d'albero si apre per fissare il boma, l'albero Ezzy non...
    • In Windsurf - Forum / Chiedi un consiglio/Ask for advice
    • da ita4012
    • 11/01/2024 10:54
    • Consiglio su tavola 130 lt
    • Rrd ha fatto diverse tavole con il nome Fire: Fire ride, fire move, fire storm. Ipotizzando che sia il fire ride o il fire move, come il jp magic Ride, si tratta di tavole freeride. Il Kode (Starboard) è un freewave, che in quel litraggio, però, avrà uno shape principalmente freeride.  Quindi, tavole simili. Nessuna con attitudine slalom. Ciò detto, i range che indichi sono assolutamente...
    • In Windsurf - Forum / Chiedi un consiglio/Ask for advice
    • da ita4012
    • 23/12/2023 17:11
    • Pinna anti alga
    • Ah aggiungo che anche con fondo sabbioso uniforme l'effetto dell'antialga aiuta molto, perchè se arrivi in planata a stecca su un improvviso banco di sabbia la frenata è un po' meno violenta. Io con scirocco leggerissimo nel mio spot casalingo vado sempre con il Serenity ed una padellona antialga che ormai ha pettinato tutti i fondali per centinaia di volte, ma mi permette di correre in barena...
    • In Windsurf - Forum / Chiedi un consiglio/Ask for advice
    • da nakaniko
    • 06/12/2023 14:12
    • Tavola da Freestylewave
    • Ciao Federico, in effetti per la tua tavola attuale da 110l, la 38 mi sembra tanta. Potresti provare a montare una 32 o anche una 28 e vedere che succede (a occhio direi: moltissimo), specie con le vele piccole, ma anche con la 6mq. Relativamente alle tavole più piccole e di qualche anno fa, posso dire che non sono certo più fragili delle attuali, anzi. Tutto dipende dal tipo di costruzione e...
    • In Windsurf - Forum / Chiedi un consiglio/Ask for advice
    • da previ
    • 05/12/2023 10:10