Teoria e Tecnica

Iscriviti alle nostre newsletter!

Non perderti le nostre news e le nostre uscite: iscriviti alle nostre newsletter!
I agree with the Privacy policy

Domenica 1 marzo, grazie all'aiuto dell'amico Carlo ho avuto modo di capire bene come si armano le vele Ezzy, e di verificare come funziona l'abbinamento tra gli alberi Ezzy ed alcune vele di altra marca. E' stato un momento importante per capire ancora meglio che le vele non lavorano tutte nella stessa maniera, e per constatare in maniera concreta le diverse curvature degli alberi.

La virata è una manovra più ostica della strambata, e la virata veloce su tavole piccole è veramente una manovra tosta da imparare, perchè esige movimenti e tempismo perfetti, e non perdona quasi nulla, dal momento che comporta di infilarsi nel vento, e di superare una fase in cui la vela non ha portanza, e non si ha nulla a cui aggrapparsi. In questo articolo, cercherò di condividere la mia esperienza maturata fino ad ora al riguardo.

Quando si inizia a fare un po' di wave, ben presto si pone il dilemma se sia meglio un quad o un thruster? Probabilmente, non esiste una tavola migliore per tutti gli spot, e per tutti i riders, e qualcuno ancora preferisce un vecchio wave single fin. Non ho la pretesa di aver capito tutto sulla materia, ma inizio a condividere le mie prime impressioni.

La planata, nel windsurf, è in genere un punto di non ritorno.... Se si è avuta la pazienza di superare le prime difficoltà, ed apprendere le manovre base, l'emozione della planata rende definitivamente dipendentI da questo sport. Vediamo, allora, di capire come raggiungere e mantenere questo stato di grazia.

Sarà capitato a molti di voi di essere in uno spot, e vedere un windsurfer eseguire una manovra freestyle, e di chiedervi quale manovra sia. Può essere semplice curiosità, ma più spesso vi piacerebbe impararla, e quindi avete bisogno di conoscerne il nome, per cercare materiale didattico che la spieghi. Abbiamo, allora, pensato di classificarle, e creare un catalogo delle manovre freestyle per aiutarvi nello scopo.

Danilo Lanteri, noto costruttore di pinne e tavole custom, ci ha mandato questo spunto di riflessione, in merito ad un tema fondamentale per chi pratica windsurf: l'effetto delle pinne sotto la tavola. Le parole di Danilo sono, come sempre, molto interessanti, e ci invitano a ragionare, e a sperimentare.

I consigli del forum di Waterwind

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.