Report sessioni
0
0
0
s2smodern

La seconda perturbazione di Settembre ha prodotto un bel vento di Libeccio a circa 30 nodi sulla Liguria di ponente, sabato 9 settembre. Sessione molto divertente, con qualche problemino con i gestori degli stabilimenti.

Dati tecnici dell'uscita

Vento: SW a 25-30 kts.

Piano d'acqua: onde regolari di 1 metro fino a 150 metri da riva; ondone non frangenti oltre i due metri al largo.

Vela: Ezzy Elite 4,7 2015

Tavola: Tabou 3s LTD 106

Peso del Rider: 70 kgs

Abbigliamento: Muta lunga 3/2

 

DSCN3884

 

Commento

Grazie all'affidabilità di windy.com, siamo riusciti a centrare in pieno questa uscita in Liguria, che è servita per allenarci in vista della trasferta di 3 giorni in Francia a prendere il maestrale. Le previsioni davano Libeccio da metà mattina, fino alle 15,00, e così è stato, con la pioggia che ha posto fine ai giochi alle 15,30 quando noi eravamo già diretti verso Six Fours.

Al nostro arrivo ad Andora , verso le 10,40, la "rider esperta" Nuccy Wind.... (beh, dai, non surfa, ma vi potrebbe armare un windsurf da cima a fondo!) ci informava che il vento fuori era buono, e che il Gianky era fuori con la 5,3. Se il Gianky non arma la 6, vuol dire che la cosa si fa seria....

DSCN3875

Dopo qualche esitazione, così ho deciso di armare la 4,7 Elite, concedendomi, però, un po' di volume con il 106 e non con l'86. Per farla breve, vi dirò che sarei stato perfetto con 86 e 4,2, e che l'amico Marco Full è uscito con la 74.....

Michele, mio compagno di viaggio, intanto, armava una Severne 4,4 e Starboard flare 91.

DSCN3885

DSCN3889

Al momento di uscire in mare dalla spiaggia libera di Andora, di fronte all'ASD, un ragazzo del circolo ci informava che la capitaneria, chiamata dai bagnini degli stabilimenti, li aveva appena ammoniti che se noi (ed altri windsurfers) avessimo continuato ad uscire da lì, avrebbero cominciato a darci le multe. Questa è la sola nota stonata della giornata. Per entrare in acqua, siamo stati costretti, trasportando l'attrezzattura sul lungomare controvento, a camminare fino alla spiaggia in fondo ad Ovest del litorale di Andora, dove era stato allestito il corridoio di ingresso in mare.

Più che una spiaggia per windsurfer, un luogo di esilio direi.....: oltre alla lontananza dal parcheggio, abbiamo dovuto scendere una scaletta metallica con l'attrezzatura, accedere ad uno spazio in spiaggia piccolo, ed entrare in acqua avendo qualche scoglio sommerso, una certa risacca, ed una scogliera immediatamente sotto vento. Per fortuna, sabato il vento arrivava forte fin sotto riva, e, quindi, aspettando la giusta raffica, non ho avuto problemi ad uscire, superando rapidamente lo shore-break iniziale, e la scogliera sottovento. Ho, invece, avuto qualche difficoltà al rientro, in quanto, camminando con l'attrezzatura mentre uscivo, sono inciampato in uno scoglio sommerso quasi davanti alla spiaggia.

DSCN3879

DSCN3899

 

Detto questo, non posso che constatare la situazione di totale ingiustizia, per l'arroganza dei gestori degli stabilimenti di Andora. Ancora una volta l'interesse di pochi prevale sugli interessi di tutti. Non è da paese civile una simile situazione. Ritengo giusto che sia trovato uno spazio per tutti i fruitori del mare. A noi basterebbero pochi metri di battigia, in un posto con condizioni di sicurezza, e ragionevole confort. Già si mangiano tutta la spiaggia (che ricordo è pubblica e data loro solo in concessione), e lasciano una superficie per la spiaggia libera che è ridicola, in più ci confinano in uno spazio inaccettabile.

In Francia, nei giorni successivi, costateremo tutta un'altra situazione degna di un paese civile: gli stabilimenti sono una rarità, la spiaggia è accessibile a tutti, e solo in mare, per ragioni di sicurezza, ci sono delle aree delimitate da boe, destinate alla balneazione ed interdette alla navigazione. Per farvi capire cosa voglio dire, l'ultimo giorno a Le Brusc, un vigile urbano ha richiamato un nostro amico che aveva parcheggiato correttamente dentro le strisce, davanti al locale circolo di windsurf, per invitarlo a parcheggiare "scorrettamente" a spina di pesce, per fare più posto per gli altri planchistes (surfisti)! Un altro mondo. In Liguria, a parte qualche gestore illuminato di stabilimenti che ospitano scuole di windsurf/sup/vela, c'è un'arroganza inaccettabile, con la copertura delle istituzioni, e l'unico sport ammesso, è il sonno sulla sdraio...e magari l'estrazione del portafoglio.....

Scusate lo sfogo, e torniamo alla cronaca della sessione.

Come detto, in mare abbiamo trovato pane per i nostri denti. La 4,7 è andata bene per un'oretta, poi è diventata grossina. Io, comunque, ho sfruttato le condizioni di vento forte, e mare meno formato a riva, per esericitarmi a strambare, constatando che la Tabou 3s 106, non ama fare raggi di curvatura troppo stretti in piena velocità in strambata, e che bisogna lasciarle descrivere una curva ampia, pena la derapata incontrollata. Ovviamente, nel mare formato una strambata con curva troppo ampia non va bene, in quanto si rischia di droppare l'onda successiva. Questo mi fa capire che appena ce ne sono le condizioni, devo passare alla 86 wave. Ma è stata proprio la scomodità del punto di uscita sabato, che mi ha fatto desistere dall'andare a prendere un'altra tavola ed un'altra vela. Anche Michele, con il freestyle, non era messo al meglio, e l'ho visto saltare, in qualche bordo, quasi su ogni onda, al largo.

DSCN3894

DSCN3897

DSCN3895

In mare, il Gianky e Marco (i gemellini Neil Pryde....) hanno fatto una gara di strambate (Il Gianky è duro da battere...). Presente anche Pino, con un nuovo giocattolino freewave JP con naso troncato, con cui l'ho visto bordeggiare in maniera piuttosto radicale tra le ondine al ritorno a riva. Deve essere una tavola interessante.... Sul posto anche un po' di gardesani (Massimo di Bogliaco ed amici). Insomma, condizioni in acqua molto piacevoli, per un'uscita rilassante di allenamento; situazione a terra, da migliorare....

Aloha. Fabio

 

I commenti a fine articolo sono graditi (se non siete registrati su Disqus, e non volete farlo, potete accedere con il vostro account social). E ricordate che i commenti su facebook volano, qui rimangono.....

Mandateci i report (anche brevi) delle vostre uscite con foto e video, o le vostre recensioni degli spot, o dell'attrezzatura. Li pubblicheremo su Waterwind, per condividerli con tutti!

Se vuoi sponsorizzare Waterwind, fare pubblicità con noi, o inserire un tuo banner in questo articolo, contattaci.

Sei un windsurfer appassionato? Vuoi collaborare con noi? Leggi qui, allora!

Aiuta Waterwind.it a crescere: sostienici

Per le sveltine.... andate su Facebook...., per la passione venite su Waterwind.it

Acquista i nostri gadgets, o le nostre Lycra.

Cliccate qui, per guardare la slidegallery completa.

 

Il video della sessione

 

 

0
0
0
s2smodern

Organizzazione trasferte/uscite in Windsurf

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.