Report sessioni

Iscriviti alle nostre newsletter!

Non perderti le nostre news e le nostre uscite: iscriviti alle nostre newsletter!
I agree with the Privacy policy

Buona la terza! Ero stato a Torbole altre due volte prima d'ora, quando ero poco più che un principiante, e, per quanto Torbole sia sempre un gran bel posto, non avevo goduto come questa volta. Più che windsurf, avevo fatto footing per andarmi a recuperare la tavola in una spiaggia diversa da quella da dove ero uscito...

Questa volta, invece, nessun problema. Le previsioni meteo erano ottimali, e non sono state smentite. Alle 12,30, puntualissima, ha iniziato a soffiare la Ora, il Sud termico del Garda, che, al culmine della giornata, ha raggiunto i 14-15 nodi. Sono uscito dalla spiaggia davanti al Circolo Surf Torbole (vedi mappa).

Il posto è molto bello, attrezzato come una delle migliori località di mare. Ho armato nel prato, vicino al parco giochi in riva al lago, riservato ai surfisti che non si appoggiano al Circolo Surf Torbole (che all'interno ha uno spazio meraviglioso), o alla scuola di Vasco Renna (che ha un bel prato all'inglese in concessione, che è bene non invadere). Altrimenti, si può sfruttare il prato a 50 metri dal lago, sul retro del grosso edificio, alle spalle del parco giochi. Una volta armata la tavola e la vela, è comodo lasciarle sulle apposite rastrelliere in spiaggia, liberamente a disposizione.

Sono uscito alle 14, con la Jp-X Cite Ride 146 e la Point 7 HF 7.2. Ho tirato bordi, dapprima in quella che viene denominata la "Conca d'Oro" (ovvero il tratto di Lago davanti al porticciolo di Torbole), e, poi, mi sono diretto sparato verso Riva del Garda, cercando quanto più possibile di stare lontano dal promontorio che separa Riva e Torbole (dove c'è sempre un buco di vento).

Gran bella planata davanti a Riva, dove il vento ridonda parecchio, per via della parete rocciosa a picco sul lago. Entusiasmante anche la cavalcata sull'onda di mezzo metro circa. I bordi di ritorno verso Torbole mi hanno richiesto un po' di attenzione, perchè, come detto, davanti al promontorio che separa le due città, il vento è bucato, e gira anche molto (da un Sud, in alcuni momenti, è diventato un vero e proprio Est), tendendo a far finire verso la foce del Sarca e verso il circolo surf Segnana. Comunque, non ci sono stati problemi, mi è bastato tirare bordi mure a sx, bolinando bene verso Sud (visto il vento da Est/Sud-Est), per avere poi la possibilità di planare con un solo bordo di ritorno fino alla spiaggia del Circolo Surf Torbole.

La prossima volta proverò di nuovo l'uscita dalla spiaggia del Circolo della Vela Torbole (conosciuta anche come la spiaggia della Conca d'Oro - vedi mappa), perchè stando un centinaio di metri più a Sud della fine del Lago, il vento è meno disturbato/turbolento, e, quindi, più godibile. Ma uscendo da lì, non si può scarrocciare, perchè se nò, tocca poi farsi una bella passeggiata sul lungolago di Torbole.... (vedi anche videoreport).

Have Fun, Fabio Muriano

Per visualizzare lo slideshow in alta risoluzione con Picasa Web Album, clicca qui.

Organizzazione trasferte/uscite in Windsurf

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, vai alla sezione Cookie Policy.