Report sessioni
0
0
0
s2sdefault

Finalmente, abbiamo trovato uno spot dove la Tramontana in Liguria, girando un po' da Grecale, può diventare molto godibile: oggi alla Rabina, ad Imperia, ci siamo proprio divertiti. Un grazie di cuore a Marco Full Elia, per averci spronato a venire in Liguria oggi, e per averci fatto conoscere uno spot veramente valido.

 

Windsurf report sessione: La Rabina, Imperia (Liguria)

Quando ci siamo trovati ad Assago con Remy alle 7,30, la giornata milanese che si prospettava era di quelle ideali per il suicidio collettivo....: una nebbia da far fatica ad individuare le aree di parcheggio al centro commerciale Milanofiori, dove ci troviamo di solito, per partire insieme in macchina. Poi, per fortuna, anche a Milano la nebbia in giornata si è alzata. Ma nel dubbio, meglio migrare verso l'assolata Liguria. La nebbia, infatti, ci segue per tutta la pianura e su per le colline del versante piemontese dell'appennino, e ci lascia, finalmente, al Passo del Turchino. Di là, cielo azzurro e 15-16 gradi. Siamo partiti presto (7,45). Poco dopo le 9,00, a Noli - Spotorno, si vede già bene la Tramontana che spinge, anche se poi gli amici, usciti là, ci racconteranno che non risulterà ben distesa fin sotto riva. Anche Albenga e Diano Marina sono ben investite dal vento, fin sotto riva.

 

DSCN1098

DSCN1101

Il nostro obiettivo sarebbe provare Bordighera. Tutti dicono che con vento da est è uno sballo. Alcune mappe meteo danno una buona rotazione da Est della Tramontana, sul ponente Ligure, nelle ore centrali della giornata, ma quando arriviamo poco dopo le 10,00, il vento è solo molto al largo. Rimaniamo per alcuni minuti a ragionare sul da farsi in prossimità dello spot (stabilimento Caranca - Chiesetta di Sant'Ampelio). Incontriamo Marco Elia di Torino. Rimanere è un rischio. Marco ci propone di andare alla Rabina ad Imperia. Ha notizie che lì il vento è già entrato. Decidiamo di andare sul sicuro, e ci dirigiamo verso Imperia, peraltro già sulla via del ritorno. Siamo lì poco dopo le 11.

DSCN1111

DSCN1107

DSCN1110

DSCN1171

Quando arriviamo, il vento sembra poprio bello. Forte il giusto, e soprattutto ben disteso su tutto lo spot. Soffia più o meno side; altro che i rafficoni ingestibili di Noli.... Ma soprattutto, è la location che mi affascina. La Rabina si trova quasi alla fine di una strada senza uscita nella zona Est di Imperia. Ambiente tranquillo e rilassato, e parcheggio comodo proprio sullo spot. Il panorama è molto bello, con un tratto di costa anche poco costruito. Peraltro, volendo, la zona dei bar e dei locali caratteristici sotto i portici ed il centro storico di Oneglia è raggiungibile a piedi (leggi la recensione dettagliata dello spot). Sullo spot, c'è anche il circolo di Windsurf la Rabina.

Sulla scogliera di fronte allo spot, misuro 25 nodi di punta. Fuori, ce ne sono sicuramente di più. In acqua, c'è già un ragazzo che viaggia a palla (non so con che vela).

DSCN1103

Opto per la Ezzy Panther 2, 4,7 (sono 70 kg circa), da abbinare all'unica tavola che ho portato, il Fanatic freewave 105 TE, con pinna di serie (single fin 29, in G10). Decido pure di lasciarla un po' grassa di bugna e di sventarla bene in balumina, per gestire meglio i probabili 30 nodi al largo.

Marco, che stava armando la 5,3, decide anche lui di uscire con una 4,7 (Neil Pryde), e con una RRD Firewave 82 litri thruster. Remy arma anche lui una nuovissima Goya Fringe 4,7 (tre stecche), con il Goya One 95 litri, risultando però, poi, un po' sottoinvelato (ma lui pesa 85 kg). Sullo spot ci sono un'altra decina di rider, per lo più liguri, che optanno per vele similari (solo qualcuno arma subito più grosso).

Indosso una muta 5 mm, caschetto e berretto in neoprene (ma il berretto non sarebbe indispensabile), calzari (i sassi della spiaggia fanno male), e mani nude.

DSCN1119

Alle 12 circa, si va in scena. L'uscita non è elementare, ma neanche impossibile. Si esce tra due scogliere ravvicinate che entrano per una 20 di metri in mare. Appena fuori, la titubanza per la novità dello spot, svanisce subito. Sono trimmato perfettamente con la vela (una volta tanto!), e la tavola va da Dio. Ma soprattutto, c'è un sole, un cielo azzurro, ed un mare blu che sono uno spettacolo. Sotto riva, c'è un'onda contenuta di mezzo metro circa. Fuori ci sono, nella prima parte della sessione, dei treni d'onda abbastanza regolari, talora più ripidi, al massimo sui due metri. Si muovono in direzione side, come il vento. Non sono perfetti per saltare (anche se su qualche rampetta, si riesce a prendere il volo). Al rientro, sarebbero belli da surfare, ma a patto di essere disposti a perdere acqua, ed io, all'inizio, voglio evitarlo. Lo spot sembra sicuro, in quanto sotto vento, passate alcune scogliere, ci sono altre spiagge possibili per l'approdo. Infine, in fondo c'è il porto di Imperia, e quindi non c'è possibilità di andare al largo, in caso di problemi. Nella seconda parte della sessione, le onde diventeranno più disordinate.

DSCN1123

DSCN1125

Il vento è bello su tutto lo specchio di mare, con qualche buco in più molto vicino alla riva. Le raffiche non sono cattive, e la planata si tiene tranquillamente anche negli scarsi (vento medio comunque intenso). Risalgo bene, fin sopra vento al punto di uscita. All'inizio, mi sento in forze, e riesco ad entrare in strambata bello deciso, cercando anche di cavalcare le onde. Il vento forte mi agevola la planata durante tutta la power jibe, e mi perdona un'uscita non ancora da manuale in cui faccio affossare troppo la poppa, e perdo troppa velocità. La virata veloce, invece, oggi sarà un calvario, in quanto non riesco a trovare le misure giuste. Probabilmente, con questo tipo di onda, che ti fa perdere rapidamente velocità orzando, è meglio anticipare, buttandosi subito di là, ed uscire backwinded. Anche la tavola fa la differenza: su un freeride (soprattutto, in acqua piatta), la velocità, all'inizio della manovra, e l'abbrivio, durante la stessa, sono maggiori, e si può aspettare un po' di più a passare con il corpo dall'altro lato della vela.

DSCN1131

DSCN1142

Dopo un'oretta intravedo Remy, a riva, e capisco che ha qualche necessità. Ho io le chiavi della macchina, e quindi rientro. Ha bisogno di mangiare qualcosa, e pensa anche di cambiare vela. Rientro e ne approfitto anch'io per mangiare un panino. Del resto, sono le 13,15. Breve pausa di 20 minuti, qualche foto e video (mentre un simpatico cane in spiaggia scambia la mia vela per un albero....), e poco dopo le 13,30 si rientra in acqua. 

Il vento ora si è girato un po' di più da Nord Est. Sotto riva ha mollato un po' (poi, rigirerà ancora da Est), ed è calato un po' di intensità. Ho una delle cimette ION regolabili, che non tiene al meglio (la fibbia cede, e si allungano in trazione). Dopo alcuni bordi, rientro per trimmare la vela. Gli dò molta pancia, e lasco un po' di caricabasso, per lasciarla sventare poco in balumina. E qui le Ezzy si dimostrano, ancora una volta, delle vele fantastiche per l'ampio range di vento che sono in grado di coprire. La vela così trimmata si rivelerà completamente diversa, molto più potente, e non sarò costretto a cambiare vela, e passare alla 5,5. Anche Marco passa alla 5,3 (sempre Neil Pryde), così come Remy (sempre Goya Fringe). Remy ha anche una intuizione per bloccarmi le cimette, ed infila il copri-fibbia, sotto la fibbia stessa, costringendolo a rimanere serratto sulla fettuccia di regolazione. Così, infatti, in acqua non mi darà più problemi.

DSCN1133

Nella seconda parte della sessione, mi spremo bene. Sto fuori fino a dopo le 15,00, insieme ad un altro gruppetto di 5 o sei riders. Finalmente, trovo l'occasione per fare alcune belle foto e riprese in acqua (pagherò la cosa con un po' di scarroccio..., ma trovate voi un altro sito di windsurf, dove potete trovare simili foto.....). Inizio a ciccare qualche manovra in più, in quanto affiora un po' di stanchezza. Ad un certo punto, però, chiudo bene una power jibe, mi giro, e mi ritovo davanti un enorme peschereccio in rotta di collisione.... Avrei la precedenza, ma inutile stare ad affannarsi: mi butto in acqua, mi fermo, e saluto il pilota con un cenno della mano. In fondo, è una gran bella giornata: perchè dannarsi?

DSCN1136

DSCN1148

DSCN1149

DSCN1153

DSCN1155

DSCN1160

Sul finale, sullo spot, compare anche uno slalomista, che poi a terra, mentre ci scatta una foto, racconta di essere in partenza per Tarifa, dove rimarrà fino a Marzo...

DSCN1174

Vado avanti a godermi l'uscita più che posso, tentando e ritentando virate veloci (ma oggi niente: a volte cado, che sono praticamente già sul nuovo bordo), fino a quando si verificano due problemi:

1. Mi fanno male i muscoli del collo, e faccio fatica a guardare avanti bolinando!

2. Il vento inizia definitivamente a calare, e gira verso il largo, e con la 4,7, sotto riva, per tenere la planata, dovrei poggiare spesso e scarrocciare.

Rientro molto soddisfatto della giornata. 

Il finale di giornata è piacevolissimo. Sciacquiamo vele e tavole alla doccia del circolo (grazie!). Ci facciamo un po' di foto prenatalizie, e disarmiamo comodamente al parcheggio, con Marco che si mette un po' di musica di sottofondo. Io sogno di passare il resto del pomeriggio rilassandomi con un bel libro ed un drink, nella veranda di una villa stupenda poco sopra lo spot....

DSCN1178

DSCN1181

Poi, andiamo a prenderci un thè ed una fetta di Sacher sulla terrazza al sole del Bar La Scialuppa, e ci godiamo il tramonto in felpa..... Mi chiedo perchè dobbiamo tornare...

DSCN1184

Vabbe, mi congedo da Marco, che è sempre un piacere beccare in questo giornate di Windsurf: ehi Marco, ma quand'è che ci facciamo una bella vacanza insieme? Sardegna o Francia, l'anno prossimo a giugno?

Poi, ci rimettiamo in viaggio, e, finita la ricreazione, torniamo sotto quell'antipatica nebbia...., che cederà ai colpi del sole solo l'indomani mattina.

Buon Natale a tutti. Fabio

 

Clicca qui, per vedere la slidegallery completa, e per scaricare le foto ad alta risoluzione.

 

I commenti a fine articolo sono graditi (se non siete registrati su Disqus, e non volete farlo, potete accedere con il vostro account social). E ricordate che i commenti su facebook volano, qui rimangono.....

Mandateci i report (anche brevi) delle vostre uscite con foto e video, o le vostre recensioni degli spot, o dell'attrezzatura. Li pubblicheremo su Waterwind, per condividerli con tutti!

Se vuoi sponsorizzare Waterwind, fare pubblicità con noi, o inserire un tuo banner in questo articolo, contattaci.

Sei un windsurfer appassionato? Vuoi collaborare con noi? Leggi qui, allora!

Aiuta Waterwind.it a crescere: sostienici

Per le sveltine.... andate su Facebook...., per la passione venite su Waterwind.it

Acquista i nostri gadgets, o le nostre Lycra.

Il video della sessione

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

Organizzazione trasferte/uscite in Windsurf

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.