Bike

Iscriviti alle nostre newsletter!

Non perderti le nostre news e le nostre uscite: iscriviti alle nostre newsletter!
I agree with the Privacy policy

Il Sulcis, nel Sud Ovest della Sardegna, non è solo mare e spiagge. Ad Est di Sant'Antioco, promontori selvaggi, ed una costa frastagliata e rocciosa offrono la possibilità di esplorazioni, panoramicamente molto remunerative, a piedi, in bicicletta ed anche a cavallo. Abbiamo iniziato a perlustrare la zona, con un bel giro ad anello in MTB da Porto Pino a Is Solinas, che vi descriviamo in questo articolo.

 

Mountain bike: da Porto Pino a Is Solinas, Sulcis, Sardegna

Porto Pino è una località balneare, con un ampia spiaggia, ed un porto turistico. Fuori stagione, regala tranquillità e consente di scorazzare sui rilievi costieri e la campagna intorno, senza particolari problemi. Parcheggiata la macchina, in uno degli ampi parcheggi a disposizione a ridosso della spiaggia, abbiamo veramente molti sentieri da cui possiamo partire per intraprendere la nostra escursione.

Il nostro ha origine da Via del Mare (vedi traccia nell'articolo) e si dirige subito verso Punta Tonnara e la Grotta dei Baci (lungo il percorso trovate le indicazioni per il "Belvedere" e la Grotta). Il percorso, inizialmente asfaltato, e poi lastricato diventa ben presto sterrato ed entra nella macchia. Se non volete esplorare il promontorio, potete seguire direttamente le indicazioni per Porto Pineddu.

Dalla Grotta in poi, si segue una traccia costiera, dove in alcuni brevi tratti occorre scendere dalla bicicletta. Dopo esservi allontanati momentaneamente dalla costa, il nostro percorso raggiunge la batteria Antinave Camillo Candiani, una delle tante postazioni militari della seconda guerra mondiale su questo tratto di costa.

Riprendete quindi a pedalare nella pineta, e, dopo alcuni km su percorso facile, sbucate alla bella spiaggia di Porto Pineddu. Se capitate qui in una bella giornata di sole, apprezzerete sicuramente il luogo, come il resto del percorso. 

 

Mountain Bike Porto Pino Sant'Antioco 002

 

(Scarica la traccia del percorso in formato gpx)

 

Procedete, quindi, di nuovo nella pineta e raggiungete Via Porto Pineddu (dove arriverete subito, se, da Via del Mare, alla partenza seguite le indicazioni per Pineddu, come in precedenza indicato). 

Proseguite, quindi, in piano parallelamente alla costa per alcuni km, rilassandovi per un attimo e godendovi il paesaggio intorno. In prossimità della Spiaggia di Su Portu e Su Trigu, il sentiero si stringe e si avvicina al tratto più impegnativo. Dopo alcuni km, imboccate un bivio a destra (vedi traccia, senza seguire quella cieca, da noi inizialmente seguita per errore), ed iniziate a salire, per superare parte del promontorio che vi separa da Is Solinas. In molti tratti, la pendenza e la ridotta larghezza del sentiero vi costringono a scendere dalla bici e spingere. Ci vuole un po' di pazienza, in questo tratto, che, comunque, non è troppo lungo. Dopo qualche minuto, la pendenza inizia a diminuire, e vi ritroverete a pedalare prima in piano, e poi in leggera discesa in vista dalla lunga spiaggia di Is Solinas e Porto Botte.

Arrivati in prossimità del parcheggio sterrato all'inizio della spiaggia (vedi mappa), avete la possibilità di transitare sul ponticello che attraversa il canale emissario dello stagno di Porto Botte per proseguire verso tale località, percorrendo la strada sterrata tra lo stagno e la spiaggia. Potete oltrepassare il canale anche in corrispondenza di Via Nora (vedi ancora mappa), e poi proseguire a piacimento verso Ovest.

Oppure, come abbiamo fatto noi, potete iniziare a tornare verso Porto Pino, chiudendo l'anello, pedalando in mezzo alla campagna, coltivata a vigneto, alle spalle dei promontori costieri (cercate di evitare di seguire la strada provinciale, come abbiamo fatto noi per un breve tratto).

 

Mountain Bike Porto Pino Sant'Antioco 004

Mountain Bike Porto Pino Sant'Antioco 007

 

Il percorso è tutto in piano e sterrato, è facile, e vi consentirà anche di ammirare l'avifauna che popola gli stagni costieri, ed in primis in bellissimi fenicotteri rosa. In una mezz'ora circa, tornate a Porto Pino. 

Il percorso, come gli altri in zona, è fattibile tutto l'anno, magari avendo cura di evitare i periodi estivi più caldi, o, almeno in tali mesi, di effettuarli a prima mattina. Noi abbiamo effettuato il tragitto qui descritto, in pantaloncini corti, con temperature di 17-20 gradi, a metà dicembre ...

Segnaliamo, infine, che Porto Pino è collegata a Sant'Antioco da una ciclabile costiera, e che si può effettuare in bici anche il periplo dell'Isola di Sant'Antioco, su strada asfaltata, o su percorsi sterrati più a ridosso della costa, più impervi. 

Buona pedalata. Fabio Muriano

Clicca qui, per la slidegallery del giro.

 

Se vuoi, lascia un commento all'articolo, qui sotto.

Diventa nostro supporter, ed accedi ai contenuti riservati!  

Vuoi collaborare con noi? Leggi questo articolo, allora!

Se vuoi sponsorizzare Waterwind, fare pubblicità con noi, o inserire un tuo banner in questo articolo, contattaci.

X

Right Click

No right click

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, vai alla sezione Cookie Policy.