Recensioni spot

Iscriviti alle nostre newsletter!

Non perderti le nostre news e le nostre uscite: iscriviti alle nostre newsletter!
I agree with the Privacy policy

Ci sono posti rinomati, che, spesso, non meritano la fama di cui godono ed altri, spesso sconosciuti ai più, o sottovalutati, che possono essere ben più validi.

Premesso che quello che sovente immaginiamo come ideale, é il posto che crea la giornata di vento e magari onda eccezionali, nella realtà ci é più utile un posto che garantisca prevedibilità di vento e stabilità di condizioni, con alte percentuali.
Proprio in quest'ottica vi vorrei parlare di Reggio Calabria; meglio dire della costa Calabra sullo stretto di Messina.



Windsurf recensioni spot: Reggio Calabria

Dire che Reggio Calabria sia un posto windsurfisticamente non conosciuto, forse non è proprio vero; qui, in particolare nella spiaggia del lungomare, si sono svolti diversi campionati italiani, si svolgono regolarmente regate zonali ed interzonali, ma, soprattutto, una tappa del PWA Slalom nel 2012 ed il campionato mondiale slalom Master e Juniores, giusto lo scorso anno.

Possiamo però dire che, fra i praticanti non regatanti, probabilmente, non gode della fama che merita; almeno dal numero di turisti windsurfisti che vedo tutti gli anni.

 

WP 20150106 001


Le caratteristiche principali di questa zona, sono:




• Temperature miti tutto l'anno; difficilmente le minime scendono sotto i 10 gradi e le massime, raggiunte d'inverno nelle ore centrali, ossia quelle durante le quali si va in acqua, quasi mai vanno sotto i 15.
• Probabilità di vento superiore al 60/70%, ma, soprattutto, non concentrato in un solo periodo dell'anno, ma possibili, anzi probabili, tutto l'anno.
• Buona prevedibilità del vento anche a distanza di una settimana.

 

Capanno beach con sud


Insomma; si può surfare tutto l'anno, sapendo, con ragionevole anticipo e sicurezza, quando e quanto vento ci potrà essere.


Non trascurerei la bellezza paesagistica del posto; si può surfare nello stretto di Messina, con vista della Sicilia e dell'Etna. Difficile trovare posti così belli, sinceramente, anche se io sono di parte.

 

WP 20151229 001


Le condizioni da tenere in conto sono la presenza di alta pressione, più o meno distribuita in tutta Italia, che garantisce un vento termico da nord, accelerato dall'effetto venturi; ecco, è proprio questo effetto venturi, che rende così particolare ed efficace il posto, windsurfisticamente parlando.

 

Capanno beach serale


Ovviamente anche il passaggio delle perturbazioni é utile, ma dà meno garanzie di vento sicuro e stabile.
Per farvi un'idea sulla frequenza ed intensità, potete consultare la pagina meteo del sito "new kite zone, Pellaro" e la webcam del sito "stretto web".


Il primo fa vedere le intensità nella spiaggia di Pellaro, di cui vi parlerò fra un attimo; in acqua ci sono circa 4/5 nodi in più di quanto riporta il grafico. Il secondo vi fa vedere le condizioni esattamente sulla spiaggia in centro a RC.




Per le previsioni i soliti siti meteo (vedi apposita sezione di waterwind), non meteosuisse, ovviamente.

 

WP 20141030 001


Come organizzarsi per arrivare:


Se avete almeno una settimana e siete in due a guidare, in auto ci si arriva in circa 12h da Milano, e quasi 7 da Roma; la Salerno-RC adesso, salvo qualche breve tratto, é un'autostrada modello.


Diversamente, con l'aeroplano da Malpensa o Linate si arriva a Lamezia (ma anche a Reggio Calabria), in 6/7 h, da quando partite da casa a quando arrivate in hotel, con attrezzatura al seguito.




Quando si arriva, per uscire, si ha l'imbarazzo della scelta.


A partire da Catona/Gallico, 5/6 km a nord di RC fino a Pellaro, ci sono spiagge a disposizione, che consentono, in base alle condizioni, di trovare il posto ideale per l'attrezzatura che ci siamo portati.

 

Perché un altro vantaggio é proprio questo: ossia che che possiamo sceglierci il posto dove uscire. 5 nodi di vento in più o meno li troviamo.




Le spiagge che suggerisco sono 3 (vedi mappa a fine articolo):




1) Nuovo lungomare di Gallico, a nord di Reggio, circa 1km, in linea d'aria, dal porto. Particolarmente indicato con lo scirocco, che non é il termico, o quando negli altri posti é troppo forte il vento da nord; io esco prevalentemente qui, in una spiaggia chiamata, da noi "local", Capanno Beach.


2) Lungomare di Reggio Calabria. Ha il grande vantaggio di essere in centro città; quindi con donna/famiglia al seguito, siete a 5 minuti da qualsiasi cosa, inclusa zona shopping. Inoltre D'Annunzio lo aveva soprannominato il più bel Km d'Italia; fate voi...qui ci sono anche un circolo velico ed un paio di circoli surf.


3) Pellaro beach. Qui abbiamo una spiaggia enorme, non che le altre fossero piccole, anzi ed un paio, forse tre, centri WS e Kite. La particolarità di Pellaro é di avere un vento 4/5 nodi più forte che a Reggio e, soprattutto, quando a Reggio non si stende a Pellaro si trova invece una condizione perfetta.

 

regata pellaro




Ah, dimenticavo: problemi di parcheggio o affollamento non ce ne sono mai, salvo, naturalmente, in centro a Reggio, in piena estate.
Semmai c'é il problema opposto; ossia d'inverno si rischia di uscire da soli, ma la conformazione della costa e la direzione del vento ci fanno stare tranquilli; un cellulare dietro, cmq....




Vediamo adesso le condizioni.
Premetto che siamo nello stretto. Il vento, per quanto forte sia, non crea condizioni di onda lunga proporzionale; sicuramente non il termico da nord. Con questo tipo di vento possiamo avere, a seconda del posto e della stagione, dai 10/12 nodi ai 25; difficilmente di più. Cioppo come, in genere, ai laghi, pari vento. Naturalmente più ci si allontana dal punto più stretto del canale, ossia più si va verso sud e l’onda aumenta leggermente.


A Pellaro si può arrivare ad avere anche un’onda, sempre piuttosto stretta, di 1/1,5 mt da cresta a cavo.
Queste sono le condizioni prevalenti; percentuale 60/70% giorni/anno.

 

wave pellaro

 


Quando entra il termico, garantisce sempre almeno due/tre ore di uscita; le condizioni sono strepitose, vento piuttosto costante; caldo praticamente sempre.
Con le perturbazioni (vedrete delle foto) con il vento di scirocco, ma anche con termico rinforzato, può entrare, a seconda dei casi, un ovest/nord-ovest o scirocco/libeccio; ovviamente sono condizioni piuttosto rare, e possono garantire più vento (anche 30 nodi) e più onda.
Con lo scirocco/libeccio si può arrivare ad avere, a Capanno Beach, onde da 2mt (cresta-cavo) piuttosto lunghe. Sono condizioni impegnative…..non vanno sottovalutate!

 

Strambata capanno beach

 


Per quanto riguarda l’attrezzatura, considerando quello che scrivo sopra, e che il 70% circa delle uscite si fa col termico da 15/16 nodi, chi fa slalom, se deve decidere per unica tavola e vela, meglio si porti d'estate una 8.6 ed una tavola larga da 75 a 80; dai 12 ai 15 nodi si trovano sempre, magari spostandosi a Pellaro.

 D'inverno invece io faccio quasi tutte le uscite con la 7.9 e la tavola larga 71 (la media x me); spesso si trovano dai 17 ai 25 nodi. Magari ho trovato il problema opposto, di avere attrezzatura troppo grossa e stare a terra x troppo vento. 

Per freestyle non sono sinceramente pratico, ma mi dicono una 5.4 ed una 4.7.

 

Se contate di noleggiare, francamente non so se e cosa é possibile (mi dicono di si, a Pellaro ed anche in uno dei centri sul lungomare); io consiglio e preferisco portarmi sempre dietro la mia attrezzatura (la mia attrezzatura è sempre la mia...).


Credo non ci siano invece problemi di rimessaggio in ognuno dei centri surf.


Considerate che la compagnia che vola da MXP a Lamezia, con meno di 100€ A/R vi porta 32 kg.



 

Windsurf World Cup 2012 rc


Per quanto riguarda alloggio, fra case in affitto, B&B, residence, hotel non c'è problema; preferisco non fare nomi, ma c'é un ottimo residence presso il Capanno Beach ed un ottimo hotel a Pellaro, per esempio.



Riepilogando é un ottimo posto per trascorrere le vacanze estive, almeno qualche giorno, prima di muoversi per la Sicilia, che é altrettanto, se non più bella.
Anche mogli, fidanzate, figli ed affini avranno di che godere.


Ma é, soprattutto, un'ottima alternativa per interrompere l'inverno, rispetto a mete più gettonate e, perché no, vedere un posto in Italia, che spesso non si considera come meriterebbe.




In questo caso io consiglio il periodo fine ottobre inizio novembre; se c'é bel tempo, é praticamente ancora estate; i miei due ultimi viaggi mi hanno garantito 100% di giorni in acqua, con la muta gamba lunga, manica corta.


Giuseppe Scullino

 

P.S.: dalle foto vedrete spiagge piuttosto selvagge; considerate che era pieno inverno, il mare porta di tutto.......

 

Clicca qui, per visualizzare la slidegallery completa degli spot in alta risoluzione.

 

I commenti a fine articolo sono graditi (se non siete registrati su Disqus, e non volete farlo, potete accedere con il vostro account social). E ricordate che i commenti su facebook volano, qui rimangono.....

Mandateci i report (anche brevi) delle vostre uscite con foto e video, o le vostre recensioni degli spot, o dell'attrezzatura. Li pubblicheremo su Waterwind, per condividerli con tutti!

Se vuoi sponsorizzare Waterwind, fare pubblicità con noi, o inserire un tuo banner in questo articolo, contattaci.

Sei un windsurfer appassionato? Vuoi collaborare con noi? Leggi qui, allora!

Aiuta Waterwind.it a crescere: sostienici

Per le sveltine.... andate su Facebook...., per la passione venite su Waterwind.it

Acquista i nostri gadgets, o le nostre Lycra.

Booking.com
 


 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.