Seleziona la tua lingua

La cima del Monte Bregagno è uno dei più bei balconi panoramici delle Prealpi intorno al lago di Como. Vi raccontiamo la nostra salita, con partenza dai Monti di Breglia.

 

Trekking: Monte Bregagno, prealpi del lago di Como

 

(se lo preferite, ascoltate il podcast, con il racconto "a caldo" della salita - trovate il player più avanti)

La salita di una cima ha sempre un valore aggiunto: la soddisfazione per l'impresa compiuta, la sensazione aerea che danno le vette, il panorama che si può ammirare...

Ero salito da ragazzo (oltre vent'anni fa) in cima al Monte Bregagno, sul versante occidentale del lago di Como, in condizioni invernali (febbraio). E l'escursione di quel giorni mi ha lasciato dei bei ricordi.

Così, ammirando la cima innevata dal basso, durante un mio viaggio diretto in Engadina, ho deciso di ripetere l'ascensione.

Sono partito dai Monti di Breglia, e più precisamente dal parcheggio sterrato in tale località (vedi nostra mappa qui sotto), raggiungibile da Breglia, attraverso una strada a pagamento (colonnina per il pagamento ad ore, all'inizio della strada). Consiglio vivamente di partire da qui (quota 1084 metri), per ridurre un po' il dislivello, visto che l'escursione complessivamente no è banale. 

 

Trekking Bregagno Como 6

Trekking Bregagno Como 3

Trekking Bregagno Como 2

 

 

Powered by Wikiloc
 

 
  
 
Ascolta il podcast: 
 
 
L'imbocco del sentiero si trova nei pressi del parcheggio (lato nord), dove ha inizio anche una carrozzabile sterrata di servizio (il sentiero, nella prima parte, la interseca in alcuni punti). La segnaletica all'inizio del sentiero non vi consente di sbagliare.
 
La traccia sale nel bosco di faggi e betulle, con pendenza decisa, ma non estrema. Comunque, c'è da sudare. In 20-30 minuti, si raggiunge il bivio (0,8 km, 1312 metri di quota), in corrispondenza del quale, andando a sinistra si raggiunge in 20 minuti il rifugio Menaggio, mentre andando a destra si prosegue verso la Chiesetta di Sant'Amate (50 minuti), ed il Monte Bregagno (2 ore e 30 minuti - indicazione affidabile).
 
Si prosegue, quindi, in salita, nel bosco, passando da una radura, dove il panorama inizia ad aprirsi verso la penisola di Bellagio ed i due rami meridionali del lago di Como, e verso i monti a Nord del lago. Si perviene quindi ad un crinale che scende dalla cresta principale tra Monte Grona e Bregagno, che si supera in corrispondenza di  uno sperone roccioso.
Da qui a Sant'Amate, il sentiero prosegue stretto, con pendenza più modesta, e con un versante molto ripido verso valle. Fate attenzione, in particolare se ci sono minori al seguito (escursione, comunque, sconsigliata per bambini sotto i 10-12 anni).
 
Con un ultimo strappo, si raggiunge la Chiesa di Sant'Amate (2,2 km, 1623 metri di quota), che sorge lungo la cresta tra Grona e Bregagno, dalla quale la vista si apre anche verso Ovest, verso il Lago di Lugano, e verso Nord, mostrandoci l'ampia cresta sulla quale prosegue il nostro itinerario. Il posto è perfetto anche per pic-nic estivi, avendo rispetto per la quiete del luogo.
 
Dopo essermi rifocillato un po', e dopo essermi anche coperto (in cresta soffiava vento da Ovest), ho proseguito l'escursione.
Da qui, in poi, non ci sono difficoltà tecniche. La cresta rimane sempre molto ampia. Dopo Sant'Amate, però, per raggiungere il Bregagnino, 200 metri più in alto, il sentiero sale in maniera piuttosto ripida.
Da qui, ho iniziato a trovare chiazze di neve sempre più estese. Ho seguito il sentiero, o le tracce degli altri sopra la neve, e qualche volta ho zizzagato per prati, per ridurre la pendenza. Le condizioni della neve, soprattutto salendo più in alto, sono risultate ottimali. I cicli di gelo/disgelo, notturni e diurni, l'hanno resa compatta, consentendo di camminarci sopra, senza affondare, o scivolare (non è stato necessario l'uso di ramponcini). N.d.r. Il giorno dopo ha fatto una bella nevicata che ha depositato 20 cm di neve fresca sopra i 1400-1550 metri.
 
Conquistato il Bregagnino, ho temuto di non raggiungere (o che non ne valesse la pena) la vetta del Bregagno, per via della densa foschia, che saliva da Ovest, e circondava la cima. Ma la fortuna aiuta gli audaci (non gli incoscienti...), ed ho proseguito a salire, passo dopo passo, lungo la cresta con modesta pendenza, confidando in un miglioramento della visibilità.
 
L'incoraggiamento decisivo mi ha arrivato da una coppia di ragazzi (e soprattutto da lei), che ho incontrato a 40 minuti dalla cima del Bregagno. Mi hanno detto di avercela quasi fatta, e mi hanno informato che, proseguendo, non avrei incontrato particolari difficoltà tecniche.
E come per magia....., negli ultimi 20 minuti di salita (segnalati da un cartello), la foschia ha iniziato a diradarsi, sempre di più, consentendomi di avvistare la croce di vetta. Ancora un po' di sudore, e mi sono ritrovato in cima (2107 metri, poco meno di 3 ore dalla partenza)!
 
 
Trekking Bregagno Como 4
 
Trekking Bregagno Como 5
 
 
La visibilità tutt'intorno è andata migliorando sempre di più, consentendomi di godere il panorama incredibile che offre questa cima: il Monte Disgrazia, in Valtellina, in evidenza verso NE, il Badile ed il Cengalo (ed ho intravisto anche l'Ago di Sciora), verso Nord; sempre a Nord, le vallate e le cime della parte più settentrionale delle prealpi lariane, verso il Passo San Jorio, ed il Marmontana (leggi articolo); verso Ovest, il lago di Lugano, e la quinta di montagne sovrapposte, messa in risalto dalla luce calda del pomeriggio invernale; in basso verso Est, e Sud, tutto il lago di Como, con il Legnone, a fare capolino sopra le nubi (che invece mi hanno occultato la vista delle Grigne, come del Monte Rosa, e delle Alpi svizzere, ad Ovest).
 
Devo dire, peraltro, che il cielo non perfettamente sereno, mi ha forse regalato un panorama ancora più suggestivo, rispetto a quello che avrei ammirato in una giornata di cielo terso: qua e là si sono presentati dei giochi di luce ed ombra emozionanti (vedi slidegallery completa).
 
 
Trekking Bregagno Como 1 
 
Dopo un po' di tè caldo, e qualche barretta energetica, ho iniziato la discesa camminando per lo più sulla neve, in maniera sicura e molto divertente: i talloni degli scarponi affondavano il giusto nella neve; ora, dopo la nuova nevicata, sarà meglio aspettare l'assestamento della nuova coltre nevosa. Oppure ho tagliato per prati, camminando sulla morbida copertura erbosa, sotto un bel sole, ed un cielo sempre più limpido in quota.
 
Ho raggiunto di nuovo Sant'Amate, e quindi ho disceso a ritroso lo stesso sentiero della salita, fino al parcheggio.
 
E qui è affiorata la fatica, mettendo in risalto, ahimè, gli anni passati dalla precedente escursione fatta da ragazzo.... Ma ancora mi difendo e tengo botta. Per scendere dalla cima, sono sufficienti un po' più di due ore.
 
Questa escursione ci voleva proprio, per ricaricare le mie pile, emotivamente e psicologicamente. Conserverò gelosamente nel cassetto della mia memoria, il bel ricordo di questa giornata (e magari tornerò sulla vetta del Bregagno ancora).
 
Buona passeggiata. Fabio
 
 

Visita il forum di Waterwind, ed unisciti alla nostra community.

Diventa nostro supporter, ed accedi ai contenuti riservati!

Vuoi collaborare con noi? Leggi questo articolo, allora!

Se vuoi sponsorizzare Waterwind, fare pubblicità con noi, o inserire un tuo banner in questo articolo, contattaci.

 
 

Nessun commento

Salva
Preferenze dell'utente per i Cookies
Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Se rifiuti l'uso dei cookie, questo sito Web potrebbe non funzionare come previsto.
Accetta tutto
Rifiuta tutto
Leggi altro
Marketing
Insieme di tecniche che hanno per oggetto la strategia commerciale ed in particolare lo studio del mercato.
DoubleClick/Google Marketing
Accetta
Rifiuta
Facebook
Accetta
Rifiuta
Quantcast
Accetta
Rifiuta
Analytics
Strumenti utilizzati per analizzare i dati per misurare l'efficacia di un sito web e per capire come funziona.
Google Analytics
Accetta
Rifiuta
Functional
Strumenti utilizzati per darti piu' funzionalita' durante la navigazione sul sito Web, questo puo' includere la condivisione sui social.
AddThis
Accetta
Rifiuta