Le vostre recensioni dei prodotti

Iscriviti alle nostre newsletter!

Non perderti le nostre news e le nostre uscite: iscriviti alle nostre newsletter!
I agree with the Privacy policy

Il Dakine T-8 è uno dei migliori trapezi disponibili sul mercato, adatto alla pratica del freeriding, del freestyle ed anche del waveriding. Da qualche tempo, lo abbiamo in uso, ed in questo articolo vi riportiamo le nostre impressioni.

 

Windsurf, test: Trapezio Dakine T8 - 2019

 

Dati tecnici e descrizione del produttore

Il T-8 è l'ultimo e il più grande della serie T. Il principale aggiornamento del modello di quest'anno è l'aggiunta di un pannello posteriore in materiale composito adattivo con supporto/rinforzo in Texon®, per una calzata ed una sensazione ideale, con tutta la rigidità e il supporto che state cercando. Le imbottiture in memory foam ad alto rimbalzo sono strategicamente posizionate nella zona delle costole e nella colonna vertebrale per il massimo comfort, mentre il pannello posteriore presenta uno stampo in silicone e schiuma EVA per mantenere l'imbrago in posizione. È inoltre progettato con un profilo generosamente ampio e un pannello posteriore pre-curvato, per il massimo supporto e comfort.

 

Windsurf Dakine Harness 3

 

Specifiche tecniche

  • Pannello posteriore in materiale composito adattivo con supporto/rinforzo in Texon
  • Sistema Posi-Lock di doppie cinghie per lo scorrimento della barra
  • Barra di scorrimento scorrevole serie T.
  • Zone di rilascio del punto di pressione in memory foam
  • Interno stampato in schiuma ES leggerissima
  • Cintura primaria e secondaria indipendenti
  • Barra non scorrevole con pulsante di sgancio
  • Barra imbottita

 

Windsurf Dakine Harness 1

 

 

Risultato del test

 

Il trapezio si caratterizza per una fascia dorsale indubbiamente ampia (più ampia del modello NRG - leggi recensione), che distribuisce adeguatamente la pressione sulla parte lombare e centrale della schiena, così come sulla parte alta dei glutei. Il memory foam sagomato effettivamente riproduce la curva naturale della schiena, contribuendo ulteriormente ad una spinta corretta ed omogenea contro di essa.

La costruzione mostra chiaramente l'attenzione ai dettagli e le rifiniture ai migliori livelli.

Nel modello che utilizziamo noi la barra è quella classica non scorrevole (ma esiste anche la versione con barra scorrevole, più comoda per i freestylers che devono eseguire l'andatura in switch). Per coloro che volessero valutare di prendere la versione con la barra scorrevole, facciamo presente che la stessa può risultare scomoda in uscita dalle strambate, in quanto, dopo il cambio di mure, non ritorna autonomamente in posizione centrale.

 

Windsurf Dakine Harness 2

 

La versione con il pulsante di sgancio rapido, a nostro parere, è più comoda, ma anche quella senza non comporta, in occasione della vestizione e della svestizione, particolari problemi.

Le doppie cinghie sono molto pratiche da regolare. Suggeriamo di tirare di più, in particolare, quelle superiori da ciascun lato, per ostacolare in maniera efficace la risalita del trapezio (oltre a stringere adeguatamente sull'addome la fascia primaria in velcro). Vicino alle fibbie di plastica, avete due anelli in tessuto elastico per tenere ferme e ripiegate in ordine la parti di cinghia di regolazione in eccesso (vedi foto sotto).

Su entrambi i lati, avete due piccole tasche, chiudibili con un velcro, per riporre le chiavi metalliche della macchina, o altri piccoli oggetti. A destra, avete anche un gancetto elastico (utile, ad esempio, per fissare eventuali cimette di riserva).

 

Windsurf Dakine Harness 4

Windsurf Dakine Harness 5

 

Impressioni derivanti dall'uso in acqua 

Il trapezio durante l'uso in acqua si adatta molto bene al corpo, e rimane con esso solidale. Dà una sensazione di robustezza e di rigidità, e di notevole comfort. Tende un po' a salire solo se indossato con la lycra, o con mute poco spesse, anche se regolato ben stretto. Crediamo che ciò dipenda dalla posizione della sagomatura posteriore - verticalmente piuttosto centrale, che tende a far salire il trapezio, per consentire alla sagoma curva di collocarsi in corrispondenza della lordosi naturale della schiena. A nostro parere, la parte più pronunciata della sagomatura posteriore potrebbe essere posizionata più in alto nello schienale, in modo da far scendere di più il trapezio sui glutei, facendolo rimanere fermo in tale posizione.

Il trapezio scarica adeguatamente la pressione esercitata dal rig sul corpo, in maniera molto uniforme, aspetto molto importante per per chi soffre di mal di schiena, patologia a cui sono soggetti molti riders, proprio per l'uso di trapezi inadeguati. 

Raccomandiamo di provare il trapezio in negozio prima di comprarlo, considerando anche un certo margine nella scelta della misura, per rendere possibile il suo uso anche con mute spesse invernali.

Il peso effettivamente misurato è di 1,6 kg.

Hang loose. Fabio

Waterwind.it esiste grazie al vostro contributo: diventa nostro supporter, ed accedi ai contenuti riservati!

I commenti a fine articolo sono graditi (se non siete registrati su Disqus, e non volete farlo, potete accedere con il vostro account social).

Sei un windsurfer appassionato? Vuoi collaborare con noi? Leggi qui, allora

Se vuoi sponsorizzare Waterwind, fare pubblicità con noi, o inserire un tuo banner in questo articolo, contattaci.

Acquista i nostri gadgets, o le nostre Lycra.

 

Lista recensioni attrezzatura (per tipo di prodotto)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, vai alla sezione Cookie Policy.