Report-articoli

Iscriviti alle nostre newsletter!

Non perderti le nostre news e le nostre uscite: iscriviti alle nostre newsletter!
0
0
0
s2sdefault

Molti mi avevano detto che Funtana Meiga, nella penisola del Sinis, in Sardegna, fosse un vero parco giochi. In occasione di questo ponte di Novembre, ho finalmente avuto l'occasione di fare due uscite in questo spot, che hanno confermato alla grande tutte le migliori aspettative.

 

Dati tecnici delle uscite:

29 ottobre 2017 

Vento: Maestrale, intorno ai 25 kts (side/side-on).

Piano d'acqua: onde belle regolari e surfabili, di altezza compresa tra 1 e 2 metri.

Vela: Ezzy Elite 4,7 2015

Tavola: Fanatic Triwave TE 86 2013, settata a thrusther.

Peso del Rider: 70 kgs

Abbigliamento: Muta lunga 4/3, calzari, capo e mani nude.

 

DSCN4088

DSC 0189

 

30 ottobre 2017 

Vento: Maestrale, intorno ai 20 kts (orientato più da ovest, e quindi più onshore).

Piano d'acqua: onde belle regolari e surfabili, di altezza compresa tra 1 e 2,5 metri.

Vela: Ezzy Tiger 5,5 2013

Tavola: Fanatic Triwave TE 86 2013, settata a trusther.

Peso del Rider: 70 kgs

Abbigliamento: Muta lunga 4/3, calzari, capo e mani nude.

DSC 0250

DSC 0443

 

Commento delle uscite

Ancora riaffiora nella mia mente l'immagine del lip di una delle onde che mi insegue, mentre io scendo, imposto il bottom, e rivolgo lo sguardo alle mie spalle, per accennare il cut back. Il waveriding è una droga, ed ormai questa immagine è diventata il mio sogno ricorrente....

Già l'arrivo a Funtana, domenica mattina (29 ottobre) verso le 9,00, è stato un piacere. Devo ancora una volta ringraziare Lorenzo Beltrani di Windcam.it, per le dritte per raggiungere lo spot (e per non avermi mandato a quel paese, per avergli detto di essere a Funtana), oltre al Local e nostro collaboratore Gian Lorenzo Loria di Alghero, ed all'amico Fabrizio di Venezia, per le ulteriori preziose informazioni (leggi la nostra dettagliata recensione dello spot, che condensa tutte le indispensabili informazioni per godersi pienamente questo magnifico posto).

Con l'amico Andrea (il dottore), abbiamo percorso le meravigliose strade (in questo periodo, poco trafficate), che attraversano la campagna nell'entroterra della penisola del Sinis, ed abbiamo raggiunto il parcheggio sulla duna litoranea che scende a mare, in corrispondenza dello spot. L'atmosfera mi è subito apparsa quella giusta: il parcheggio era già parzialmente occupato da van e macchine di windsurfers locali, ma anche e soprattutto provenienti dal resto d'Italia (Toscana e Nord Italia, per lo più), e dal Nord Europa (Germania, ed Austria, principalmente). La Sardegna, in particolare fuori stagione, è ancora una terra sufficientemente selvaggia, per regalare quella meravigliosa sensazione di vacanza on the road, a contatto con una natura maestosa e potente.

DSC 0209

 

Sullo spot, domenica, abbiamo incontrato i nostri amici Thomas di Monaco, e Sergio di Monza, che hanno dormito sullo spot (Sergio in tenda!). Le prime immagini dello spot sono state subito eccitanti e rassicuranti allo stesso tempo.

Oltre alla bellezza del tratto di costa, chiusa a Sud dalle meravigliose spiagge di San Giovanni Sinis, un discreto maestrale, ancora non forte (ma in rinforzo dal pomeriggio secondo le previsioni), ci ha accolto, promettendo una giornata divertente. Inoltre, le onde sono apparse subito belle: finalmente, non le solite onde disordinate degli spot dove il mare è in tempesta, ma lisce, regolari e di altezza giusta, presenti in molti punti dello spot. Infine, il tepore della magnifica giornata di sole ha fatto il resto per metterci di buon umore. Insomma, siamo entrati in acqua senza particolari ansie, vogliosi di metterci alla prova, e di buttarci in quel ben di Dio... I primi riders sono entrati verso le 9,30, con vele poco sopra i 5 metri. Si sono potuti godere le onde, già piacevoli, in beata solitudine. Per non cambiare vela, io ho preferito aspettare.

Parte più "succosa" dell'articolo omessa. La lettura della parte centrale di questo articolo è riservata agli utenti registrati e sostenitori di Waterwind.it. Se non sei registrato, o se sei registrato con un account free e vuoi diventare sostenitore, leggi qui.

In definitiva, Funtanta Meiga mi è entrata nel cuore, ed insieme a Gruissan, La Coudouliere, e San Teodoro, la metto tra i miei spot dove la qualità dell'uscita è assicurata.

Ajò. Fabio

 

Cliccate qui, per guardare la slidegallery completa ad alta risoluzione delle foto fatte il 29 ottobre

Cliccate qui, per guardare la slidegallery completa ad alta risoluzione delle foto fatte il 30 ottobre

 

I commenti a fine articolo sono graditi (se non siete registrati su Disqus, e non volete farlo, potete accedere con il vostro account social). 

Mandateci i report (anche brevi) delle vostre uscite con foto e video, o le vostre recensioni degli spot, o dell'attrezzatura. Li pubblicheremo su Waterwind, per condividerli con tutti!

Se vuoi sponsorizzare Waterwind, fare pubblicità con noi, o inserire un tuo banner in questo articolo, contattaci.

Sei un windsurfer esperto? Vuoi collaborare con noi? Leggi qui, allora!

Aiuta Waterwind.it a crescere: sostienici

Per le sveltine.... andate su Facebook...., per la passione venite su Waterwind.it

Acquista i nostri gadgets, o le nostre Lycra.

 

Il video delle sessioni di domenica e lunedì

 

Un video di un freestyler molto bravo, presente a Funtana in quei giorni

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

Lista report uscite (per mese ed anno)

Vimeo playlist - best of web

Youtube playlist: best of web!

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.