Trekking

Pigra è un piccolo comune che giace in un'assolata conca poco sopra Argegno, sulla sponda occidentale del Lago di Como. Dall'abitato partono una serie di itinerari escursionistici che, in breve, conducono tra i suggestivi panorami delle Prealpi Lariane. In questo articolo, vi descriviamo quello che porta all'Alpe Colonno.

 

Trekking: da Pigra all'Alpe Colonno (Prealpi del Lago di Como)

Pigra si raggiunge da Argegno con una funivia, recente ammodernata, che raggiunge il paese in qualche minuto. Considerato il costo modesto (4,5 euro A/R per un adulto - prezzi 2021), ed il breve tempo impiegato, la funivia è una soluzione molto conveniente rispetto a raggiungere Pigra in macchina da San Fedele d'Intelvi, con un giro lungo, ed un po' tortuoso. Ad Argegno, si può quindi lasciare la macchina in uno dei due parcheggi a pagamento in prossimità della foce del torrente, anche se, a dire il vero, i posti disponibili non sono molti. 

Raggiunta Pigra, una chiara segnaletica e cartellonistica, posta subito fuori dalla stazione di monte della funivia, vi sarà di aiuto per scegliere le escursioni possibili. Pigra, peraltro, può anche essere semplicemente una meta per una simpatica mangiata con amici, in una delle trattorie del paese, magari per godersi la frescura di una bella serata d'estate. Considerata la vicinanza alla Brianza, il paese può essere una meta per una gita in giornata, davvero bella.

Noi abbiamo scelto di salire all'Alpe Colonno, attraverso il sentiero 1b, e di scendere attraverso la Strada di Mezzo (sentiero n. 2), con riferimento alla cartellonistica sopra richiamata (vedi anche il sito web dell'Associazione Amici di Pigra). La traccia del nostro itinerario è visibile nella mappa qui sotto. 

 Trekking Pigra Alpe Colonno 006

Trekking Pigra Alpe Colonno 007

Trekking Pigra Alpe Colonno 001

 

 

L'itinerario attraversa inizialmente l'abitato, consentendovi di ammirare qualche bell'edificio rurale, e qualche palazzotto antico. Poco fuori dall'abitato (700 metri dalla partenza, e 935 metri di quota), la segnaletica vi conduce chiaramente ad abbandonare la strada asfaltata di costruzione militare (da cui scenderemo al ritorno), per imboccare, a sinistra, un sentiero ampio, che entra subito nel bosco. La traccia è, inizialmente, davvero comoda ed ampia, e, superando, diverse dorsali, sale gradatamente verso Nord Ovest, sotto la linea di cresta che va dal Monte Pasquella al Monte Costone (e che potrebbe essere un'altra via di salita all'Alpe). Il tracciato, d'inverno, è spesso in ombra. In occasione della nostra escursione, si presentava inizialmente coperto da un velo di neve, che poi è andato ispessendosi, fino ad un massimo di 10-20 cm, piuttosto compatti (traccia battuta).

 

n.1 Strada ai Monti

Trekking Pigra Alpe Colonno 004

 

Dopo 2,8 km di cammino (a 1260 metri di quota), la traccia si restringe e diventa sentiero, ed inizia, finalmente, a dirigersi prima verso Nord, e poi verso Nord Est per convergere verso l'Alpe di Colonno. Dopo un altro km, si innesta nella strada militare, seguendo la quale, facilmente, si arriva all'Alpe, dopo 5 km dalla partenza, e poco meno di 1 ora e mezza di cammino (1322 metri di quota).

Il posto è davvero piacevole. La vista spazia a 360 gradi dal gruppo delle Grigne ad Est, al Lago di Como sottostante, ai monti della Val Cavargna a Nord, fino al Monte Rosa verso Ovest. La trattoria dell'Alpe è un interessante punto di ristoro. La strada militare prosegue in quota, transita dal Rifugio Boffalora, e conduce fino al Rifugio Venini. E' un percorso bellissimo, effettuabile sia a piedi (leggi nostro articolo) che in MTB (leggi nostro articolo). Oppure, da qui si può raggiungere anche l'Alpe Sala, altro ameno punto di ristoro (e pernottamento).

Per scendere, noi avremmo voluto percorrere il sentiero n. 3, verso Corniga. Ma dovendo prendere la funivia per Argegno, in tempo utile prima della chiusura (la domenica, alle 17,00), abbiamo imboccato il sentiero n.2, ovvero la mulattiera militare (Strada di Mezzo), interamente asfaltata, e che, salvo qualche tratto ghiacciato, ovviamente, non presenta difficoltà. In un'ora, siamo tornati soddisfatti a Pigra, illuminata dalla luce infuocata e radente di un bel tramonto invernale, con la mente piena di belle immagini, ed i polmoni pieni di aria buona.

Buona escursione. Fabio Muriano

Clicca qui, per la slidegallery completa dell'itinerario.

 

Visita il forum di Waterwind, ed unisciti alla nostra community.

Diventa nostro supporter, ed accedi ai contenuti riservati!   

Sei un windsurfer appassionato? Vuoi collaborare con noi? Leggi qui, allora

Se vuoi sponsorizzare Waterwind, fare pubblicità con noi, o inserire un tuo banner in questo articolo, contattaci.

Acquista i nostri gadgets, o le nostre Lycra.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, vai alla sezione Cookie Policy.