Trekking

In questo articolo, vi proponiamo una semplice escursione, effettuabile tutto l'anno che conduce alla Rocca di Garda, uno strepitoso balcone panoramico dal quale è possibile ammirare tutto il bacino meridionale del lago di Garda.

 

Trekking: la Rocca di Garda, un balcone straordinario sul Lago di Garda meridionale

La Rocca di Manerba (mettere link ad articolo), sulla sponda bresciana del lago di Garda, ha un alter ego sulla sponda veronese: la Rocca di Garda. Ed anche quest'ultima costituisce un punto di osservazione davvero notevole, da non perdere.

L'escursione alla rocca è semplice, alla portata di tutti, ed offre la possibilità di trascorrere una bella giornata all'aria aperta, in riva al lago.

Per salire alla Rocca (vedi mappa qui sotto), si inizia a camminare dal Cimitero di Garda. Si parcheggia nei pressi del Cimitero, dove c'è un ampio parcheggio a pagamento, o altri posti a disco orario. S'imbocca quindi via San Bernardo e poi via degli Alpini, che si segue per circa 600 km, fino a quando trovate un'evidente indicazione per la Rocca (a quota 160 metri s.l.m.), che vi indica di imboccare un sentiero sulla sinistra (poco dopo un impianto di potabilizzazione). 

 

Trekking Rocca Garda 002

Trekking Rocca Garda 001

  

 

 

Da qui in poi, il sentiero sale in maniera molto ripida, entrando nel bosco. Portate pazienza. Qui c'è da sudare, ma non per molto. Dopo altri 500 metri di percorso, arrivate a quota 240 metri, dove trovate un quadrivio. Imboccate la traccia a destra, inizialmente in piano. 

Il sentiero guadagna ancora un po' di quota, ed aggira la sommità della collina. Lungo questo tratto di percorso, incontrerete l'accesso ad alcune interessanti grotte, usate già nell'antichità.

Dopo 30 minuti dalla partenza, ed 1,5 km, arrivate prima ad alcuni ampi prati, quasi in piano, e quindi al punto panoramico, da cui si può ammirare il paese di Garda, subito sotto, e lo spettacolo del bacino meridionale del lago di fronte a voi. Cercate di venire qui in una giornata di buona visibilità, per godervi al meglio il panorama.

Prima di scendere potete fare un giro della collina, per vedere altri scorci panoramici, e per scoprire nel bosco i resti degli edifici di epoca medievale che sorgevano sulla collina (non c'è oggi una Rocca, vera e propria).

Se volete, prima di tornare in paese, raggiunto di nuovo il quadrivio, potete seguire le indicazioni per l'Eremo di San Giorgio dei monaci Camaldolesi, circondato da uliveti e da un ambiente agreste molto gradevole. Per la visita dell'eremo, tenete conto che all'ora di pranzo, giustamente rimane chiuso.

Completato il giro, tornate alla macchina, e se avete tempo, andate a godervi il tramonto, magari sorseggiando un aperitivo, in uno dei più suggestivi posti del lago per questo scopo: Punta San Vigilio.

Buona passeggiata. Fabio

Visita il forum di Waterwind, ed unisciti alla nostra community.

Diventa nostro supporter, ed accedi ai contenuti riservati!  

Vuoi collaborare con noi? Leggi questo articolo, allora!

Se vuoi sponsorizzare Waterwind, fare pubblicità con noi, o inserire un tuo banner in questo articolo, contattaci.

 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, vai alla sezione Cookie Policy.