Trekking

Iscriviti alle nostre newsletter!

Non perderti le nostre news e le nostre uscite: iscriviti alle nostre newsletter!
I agree with the Privacy policy

Il monte Altissimo, nel gruppo del Baldo, è uno dei più incredibili punti panoramici del Lago di Garda. In questo articolo, vi proponiamo un bell'itinerario di trekking che parte dai Prati di Nago e conduce alla sua vetta, dalla quale godrete di una vista che spazia da Riva del Garda, sino a Sirmione!

  

Trekking, Lago di Garda: Prati di Nago - Monte Altissimo (Monte Baldo)

L'itinerario proposto è quasi alla portata di tutti quelli che hanno un minimo allenamento. Il dislivello complessivo in salita è di circa 500 metri, con un tempo di percorrenza medio di circa 1 ora e mezza.

I prati di Nago si raggiungono partendo da Nago, sopra Torbole, e percorrendo via Monte Baldo per l'intera lunghezza. Ci vuole un po' di pazienza, perché la strada è lunga (quasi 10 chilometri), e stretta, ma, in compenso, vi consente di guadagnare quota, portandovi ai circa 1500 metri del punto di partenza (vedi mappa in questo articolo). La strada attraversa prima una zona di campagna, e vigneti, molto piacevole, e poi entra nel bosco, superando anche alcune balze rocciose. Supera, quindi, una zona di alpeggi/seconde case isolate in quota, per condurvi quindi al parcheggio non molto ampio (20-30 posti circa), poco prima che una stanga impedisca di procedere oltre, per proseguire sulla carrozzabile sterrata che sale agli alpeggi soprastanti.

Nel percorrere la strada in macchina, fate molta attenzione ai ciclisti in salita, e soprattutto a quelli in discesa, che possono venire giù molto veloci. Se non doveste trovare parcheggio, nell'ultima area disponibile, prima della sbarra, tenete conto che avete a disposizione alcuni slarghi lungo la strada, poco più in basso.

L'ideale è percorrere questo itinerario in giornate con buona visibilità (tarda primavera o autunno; con neve assestata, anche d'inverno), in quanto ciò vi consentirà di apprezzare a pieno l'incredibile panorama da Nord a Sud.

 

Trekking Monte Altissimo Garda 2

Trekking Monte Altissimo Garda 3

 

 

 

 

Parcheggiata l'automobile, ed indossati gli scarponcini, si inizia a salire, con pendenza regolare, e non troppo accentuata, lungo la strada sterrata (sentiero 601), che punta, inizialmente, verso Sud. Con una serie di tornanti, la strada arriva agli ampi pascoli che si aprono a circa 1700 metri di quota, ad Est del Monte Varagna. Proseguendo verso Est, è possibile raggiungere, rimanendo in quota, Malga Campei. Noi proseguiamo lungo il sentiero che, dopo la decisa curva a destra (in corrispondenza di un pannello), sale verso Sud Ovest. Prima di proseguire, però, iniziamo a goderci il notevole panorama su tutto l'Alto Garda, che vi consente di ammirare anche le Dolomiti di Brenta, ed il gruppo dell'Adamello - Presanella. 

Proseguiamo, aggirando la cima del Monte Varagna a Sud Est, e le relative fortificazioni, appartenenti alla linea di fronte della prima guerra mondiale. Poco a Sud della cima, raggiungiamo, quindi, un altro terrazzo panoramico (sella a 1735 m), che vi consente, in particolare, di affacciarvi sul bacino settentrionale del Lago di Garda.

Il sentiero prosegue, quindi, in direzione Sud tra i cespugli, con qualche modesto tratto in pendenza, e raggiunge un'ampia radura, a 1850 m, alle pendici nord del Monte Altissimo, vostra meta. Dalla radura lo sguardo abbraccia tutta la vallata che conduce verso Malga Campei, e spazia su tutta la cresta Nord Est del Monte Altissimo, lungo la quale potreste scendere se voleste percorrere un itinerario ad anello (vedi più avanti), tornando prima alla Malga, e poi ai prati di Nago, per la carrozzabile percorsa anche in salita.

Dopo la radura, il sentiero (di origine militare), incrementa decisamente di pendenza, e si arrampica verso il Rifugio Damiano Chiesa. E' l'unico tratto veramente faticoso dell'itinerario. Ad ogni modo, in circa 20-30 minuti arrivate in vista del Rifugio, di proprietà della SAT, posto a 2060 metri di quota. 

 

Trekking Monte Altissimo Garda 1

Trekking Monte Altissimo Garda 5

Trekking Monte Altissimo Garda 4

 

Il rifugio ha un aspetto gradevole, con le tipiche imposte azzurre e bianche dei rifugi della SAT, e dispone di un ampio spazio per mangiare all'aperto. Prima di scendere, o di salire alla cima del Monte Altissimo, potete anche salire sull'altura posta a Nord Ovest del Rifugio, caratterizzata da trincee ed altre fortificazioni militari, risalenti anch'esse alla prima guerra mondiale.

Ancora pochi metri di dislivello, e dal Rifugio potete raggiungere, proseguendo verso Sud, la cima del Monte Altissimo, 2078 mt slm, a dire il vero in sè non molto significativa (anche la croce di vetta è veramente modesta). Ma la salita è sicuramente da non perdere, in quanto vi darà la possibilità di affacciarvi dai pendii a Sud ed Ovest, poco sotto la vetta, che vi consentono di ammirare un panorama pazzesco, che abbraccia Riva del Garda e Torbole, poco sotto di voi, Campione del Garda e Toscolano, nella parte centrale del lago, fino alla Rocca di Manerba, e Sirmione, a sud, che noi abbiamo potuto solo distinguere malamente, nella foschia di una caldissima giornata estiva.

 

Trekking Monte Altissimo Garda 6 

Per scendere, potete ripercorrere l'itinerario di salita, oppure potete fare di meglio ed imboccare, poco sotto il Rifugio, il sentiero che prosegue verso Nord Est e porta verso Malga Campo, e Bocca Paltrane. Da quest'ultima, potete scendere verso Nord Ovest, in direzione del Monte Varagna (sentiero non numerato), per poi proseguire sul percorso dell'andata; oppure, dalla Bocca potete proseguire lungo il sentiero 622, scendere a Malga Campo, per poi procedere prima lungo il sentiero 650 e poi per il sentiero 624B, ed andare a riprendere la strada sterrata  carrozzabile (sentiero 601), che vi riconduce al parcheggio dei Prati di Nago.

Se salite e scendete dall'itinerario diretto, i circa 500 metri di dislivello sono percorribili anche da famiglie con bambini di 8-10 anni, purché dotati di un minimo di allenamento. E ricordatevi che i bambini camminano più volentieri, se sono in compagnia di altri bambini. L'itinerario fino alla cima del Monte Altissimo è percorribile anche in MTB/E-Bike, con alcuni tratti, in particolare in salita, in cui è necessario scendere dalla bici, per la pendenza, o per l'irregolarità del sentiero.

Buona passeggiata. Fabio Muriano

Clicca qui, per la slidegallery completa dell'itinerario.

 

 

Se vuoi, lascia un commento all'articolo, qui sotto.

Diventa nostro supporter, ed accedi ai contenuti riservati!  

Vuoi collaborare con noi? Leggi questo articolo, allora!

Se vuoi sponsorizzare Waterwind, fare pubblicità con noi, o inserire un tuo banner in questo articolo, contattaci.

 

 

X

Right Click

No right click

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, vai alla sezione Cookie Policy.