Forum IT

Iscriviti alle nostre newsletter!

Non perderti le nostre news e le nostre uscite: iscriviti alle nostre newsletter!
I agree with the Privacy policy

Maledetto scarroccio

Di più
30/07/2018 12:55 #4874 da dieffe
Maledetto scarroccio è stato creato da dieffe
ciao a tutti, primi messaggi e primi confronto su un mio problema tecnico.
Premessa, pratico da due anni ma ahimè con non più di 10 uscite l'anno lezioni per patentino a parte. Sono alto 1.95 mt e peso 93 kg e credo che questo influisca sul problema che ora vi racconto.
Faccio uscite su lago con vento Sud/sud-Ovest per lo più, su tavola 180lt con deriva estraibile e vela 6.5/7, trapezio a fascia. Al di là del fatto che ritengo spesso non vi sia abbastanza vento per 'muovermi' a dovere dato il totale delle masse in gioco, sto lavorando sul risalire il vento senza scarrocciare troppo in assenza di deriva... e niente faccio veramente ma veramente fatica. Di bolina ma anche di poppa perdo un sacco d'acqua e finisco regolarmente a scarrocciare molto, troppo. Quando seguo l'istruttore è evidente che dopo un po' perdo l'asse rispetto a lui e al gruppo e poi non li riprendo più a meno che non rimetta la deriva.
Ora, fatto questo lungo preambolo, avreste un suggerimento pratico reale da dirmi su questa cosa? Perché ne ho provate di ogni, peso sul piede d'albero, peso dietro, spalle fuori verso dove vuoi andare.. ma o finisco sempre per straorzare e quindi inchiodarmi, oppure vado anche ma di bolina molto larga e perdendo molta acqua.
Qualsiasi opinione è ben accetta, tra l'altro parlandone con uno davvero bravo (gare, ecc.. ) mi ha detto subito che con la mia stazza (simile alla sua) è abbastanza inevitabile che mi succeda perché le tavole per imparare come quella che uso hanno pinne piccole che non bastano a gestire le forze in campo. Pensate sia una valutazione corretta? O semplicemente sbaglio io da qualche parte.
Grazie per qualsiasi consiglio.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
30/07/2018 14:16 - 30/07/2018 14:17 #4875 da ita4012
Risposta da ita4012 al topic Maledetto scarroccio
Dunque, dunque ..... non sono molto d'accordo con l'opinione dell'esperto da te interpellato....

Non so di quale tavola tu stia parlando. Il volume di 180 dice qualcosa, ma non molto....

Per i miei figli, fino a qualche tempo fa usavo un Fanatic Viper da 190 litri con deriva a scomparsa (e pinna posteriore intorno ai 35 cm). Ogni tanto, a tempo perso, quando i figli non la usavano, e non avevo materiale migliore, ci tiravo qualche bordo. Era un treno che viaggiava su dei binari, e risaliva al vento in maniera pazzesca (ovviamente, mi riferisco alle condizioni senza deriva abbassata!). Anzi, spesso avevo problemi a farla poggiare all'inizio della strambata, per la sua larghezza di 80 cm.....

Una tavola è boliniera quando ha rails (bordi laterali) dritti e lunghi, ed affilati, e quando è larga. Tutte caratteristiche che la tavole beginner hanno. All'opposto, per capirci, ci sono le tavole wave, generalmente strette soprattutto a poppa (o almeno corte), e con rails smussati, e profilo longitudinale (visto dall'alto) incurvato.

Il tuo è sicuramente un problema di assetto. Il fatto che usi vele grosse (6,5 - 7, se non ci plani che te ne fai?) ti avrà portato ad assumere tendenzialmente un assetto difensivo arretrato, con la vela troppo avanti (altrimenti, non essendo in planata, ti risulterebbe pesante e ti cadrebbe verso poppa). Per far bolinare una tavola, oltre a tenere la vela un po' inclinata verso poppa, bisogna far lavorare il rail di sopravento nella sua parte centrale (ovvero, nel punto di massima larghezza della tavola), o nel caso delle tavole beginner, anche per buona parte della sua porzione anteriore e posteriore (essendo quasi dritti). Per fare questo, il piede di prua deve stare avanti (poco a poppa del piede d'albero), ed esterno tanto più quanto il vento è sostenuto. Il peso del corpo sta avanti (spingi bene con la gamba di prua distesa), ed un po' all'esterno (anche in questo caso a seconda dell'intensità del vento). NON spingere con il piede di poppa (la gamba di dietro deve rimanere sempre leggermente flessa), per non straorzare.

Ovviamente, il tutto presuppone che tu abbia sempre ben presente da dove viene il vento, per non finirci dentro con la prua, nè allontanarti troppo....

Sensibilità e tecnica si affinano solo stando tante ore in acqua (anche con vento leggero). Facci sapere!

Ciao. Fabio

Fanatic Quad TE 87 2013, Tabou 3S 106 LTD 2013, Fanatic Skate TE 93 2014
Goya Banzai Pro X 5,7 e 5.3 2018, Ezzy Elite 4.7 2018,
Ezzy Elite 4.2 2018, Ezzy Elite 3.7 2016
Al360 Carbon slim 140-190; Al360 E3 Carbon 140-200
Ultima Modifica 30/07/2018 14:17 da ita4012.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
30/07/2018 14:44 #4876 da Granoduro
Risposta da Granoduro al topic Maledetto scarroccio
prova anche a guardare dove vuoi andare, mi spiego meglio, se vuoi stringere un po il vento porta lo sguardo verso dove vuoi andare e di consegnuenza anche l'assetto spalle bacino ti seguirà (ovvio stiamo parlando di spostamenti minimi che con esperienza e tatto ti verranno naturali)...ovvio che se guardi avanti a te o addirittura quasi sottovento perché ti viene di istinto guardare "avanti" di conseguenza tenderai ad andare in quella direzione.

non so se mi son spiegato bene, di certo la prossima volta che entrerai in acqua farai un casino con tutte le dritte che ti soni state date che non saprai quale seguire!
continua a perseverare poi quando ti riesce dirai "ah ma era così facile ?!?"

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
30/07/2018 14:59 #4877 da gianloria
Risposta da gianloria al topic Maledetto scarroccio
Bazzicavo il forum per altri motivi e sono capitato di qui.
Sono pienamente d'accordo con ITA4012: la stazza non influisce, sopratutto in questi assetti.

Sto iniziando a far provare diverse persone, e ho notato che le difficoltà maggiori si hanno con vele grandi, tavole poco stabili (ma non è il tuo caso), difficoltà di movimento.

Le difficoltà in movimento sono generalmente da attribuire a posture sbagliate, movimenti istintivi che sono controproducenti (come piegare la schiena quando arriva una raffica); le vele grandi diventano invece pesanti da tirare fuori dall'acqua, ingombranti in manovra, difficili da tenere se non è la vela che tiene te.

Quando vai di bolina devi affinare la sensibilità, ognuno ha i suoi tempi, anche io ci ho messo una vita, e quando la tavola si sta per fermare per la componente frontale del vento devi poggiare per far riprendere velocità alla tavola e portanza alla pinna.

Prova anche a partire tenendo la tavola piatta e solo successivamente spostare la vela ed il tuo peso.

Buondivertimento!

Essendo tutti gli altri posti occupati ci sedemmo dalla parte del torto.
RRD x fire 114 - RRD x fire 98 - RRD twintip 95
Challenger aero+ 6.2; 7.0; 7.8; 8.6
Gaastra phantom 5.7
Challenger Konda 5.5
Unifiber masts
AL360 E3 190-240
AMEX 157-190
Ringraziano per il messaggio: ita4012

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
30/07/2018 15:16 #4878 da dieffe
Risposta da dieffe al topic Maledetto scarroccio
Intanto grazie davvero per le risposte.
Le caratteristiche della tavola oltre al litraggio non le saprei.. è una beginner con caratteristiche freeride. Esco con 6,5 /7 principalmente perchè il vento è poco. COn la 5 durante il corso non andavo.
Ho applicato anche il consiglio del guardare e ruotare col corpo verso la direzione in cui voglio andare.. ma regolarmente finisco con lo straorzare perchè sento che la vela non mi sta sostenendo, allora poggio, riprendo velocità ma non risalendo il vento e quando cerco di buttarmi fuori per virare la mia direzione mi ritrovo poi ancora con la tavola per traverso che perde acqua.
Il peso cerco di tenerlo sul davanti e con la gamba di prua rigida. Certamente mi rendo conto che troppo spesso sul piede di poppa sposto peso quello si.. ma proprio non riesco a farmi tener su dalla vela.
E' un po frustrante perchè magari vedo gente con meno uscite di me tener dietro all'istruttore come nulla fosse mentre io perdo un sacco d'acqua.. forse non per la pinna ma di certo qualcosa il peso fa perchè io appena sposto un piede si sposta tutto mentre altri più leggeri sulla 180 vanno in su e giù e questa rimane dritta come un fuso.
Devo cercare di capire come evitare quello stra orzo e farmi tener su dalla vela.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
30/07/2018 15:57 #4880 da gianloria
Risposta da gianloria al topic Maledetto scarroccio
Un po' come a scuola guida: Concentrati sulla strada, se ti concentri sull'ostacolo lo prendi di sicuro!

Essendo tutti gli altri posti occupati ci sedemmo dalla parte del torto.
RRD x fire 114 - RRD x fire 98 - RRD twintip 95
Challenger aero+ 6.2; 7.0; 7.8; 8.6
Gaastra phantom 5.7
Challenger Konda 5.5
Unifiber masts
AL360 E3 190-240
AMEX 157-190

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
30/07/2018 15:59 #4881 da gianloria
Risposta da gianloria al topic Maledetto scarroccio
Certamente in base al peso la tavola perdona di più o di meno. Questi che ti abbiamo dato sono consigli generali, bisognerebbe vederti in acqua per capire cosa stai sbagliando. Forse una lezione individuale sarebbe di grande aiuto (però costano accidenti...)

Essendo tutti gli altri posti occupati ci sedemmo dalla parte del torto.
RRD x fire 114 - RRD x fire 98 - RRD twintip 95
Challenger aero+ 6.2; 7.0; 7.8; 8.6
Gaastra phantom 5.7
Challenger Konda 5.5
Unifiber masts
AL360 E3 190-240
AMEX 157-190

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
30/07/2018 17:32 #4882 da ita4012
Risposta da ita4012 al topic Maledetto scarroccio

dieffe ha scritto: Le caratteristiche della tavola oltre al litraggio non le saprei.. è una beginner con caratteristiche freeride. Esco con 6,5 /7 principalmente perchè il vento è poco. Con la 5 durante il corso non andavo. (....)
Certamente mi rendo conto che troppo spesso sul piede di poppa sposto peso quello si.. ma proprio non riesco a farmi tener su dalla vela.


Gianloria mi ha anticipato su alcune considerazioni, e, fondamentalmente, bisognerebbe vederti, per capire bene dove sbagli (magari, manda foto o video). Mi lascia un po' perplesso che l'istruttore, che ti vede, non riesca a correggerti....

Ti invito a meditare bene su quanto ti ho già scritto.

Aggiungo solamente quanto segue:

- per quanto concerne le caratteristiche della tavola, non pretendevo che ce la descrivessi in dettaglio, ma che almeno ci indicassi marca e modelo (e magari anno). Le tavole beginner di 10-15 anni fa non erano facili come quelle piuù recenti.
- per quanto riguarda le dimensioni della vela, non ci hai indicato cosa intendi per poco vento. Se parliamo di almeno 10 nodi, con 93 kg, una 5,5 ti è sufficiente per muoverti; se parliamo di 5 nodi, ed esci con una 7 metri, è anche peggio: tutto il peso della vela lo devi sostenere praticamente tu, e ti sbilancia continuamente. Rinuncia ad uscire.
- con poco vento (fino a 7-8 nodi), non ti puoi appendere troppo alla vela. Non ti agganciare con il trapezio, e gestisci la vela, imparando ad acquisire sensibilità nel suo controllo, e mantenendo la corretta posizione del corpo che ti ho evidenziato nel mio precedente post.

Buon vento. Fabio

Fanatic Quad TE 87 2013, Tabou 3S 106 LTD 2013, Fanatic Skate TE 93 2014
Goya Banzai Pro X 5,7 e 5.3 2018, Ezzy Elite 4.7 2018,
Ezzy Elite 4.2 2018, Ezzy Elite 3.7 2016
Al360 Carbon slim 140-190; Al360 E3 Carbon 140-200

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
30/07/2018 18:57 #4883 da dieffe
Risposta da dieffe al topic Maledetto scarroccio
siete fantastici, quanti consigli..
tieni presente che quest'anno per ora ho fatto solo uscite per conto mio e una mezza lezione poi interrotta per temporale. Le lezioni sono di gruppo (anche abbastanza numeroso) però come dicevo dopo un po' io non riesco a tenere i loro bordi mi stacco e a quel punto a decine di metri io nemmeno sento più l'istruttore. Per questo sto cercando di allenarmi a star dietro ai bordi del gruppo anche se non faccio lezione.
Il vento li va dai 5 agli 8 magari 10 nei giorni migliori. Le tavole non sono cosi' vecchie perché aggiornano i materiali spesso. Direi non più di 4/5 anni.

Sulla posizione:
si tengo il piede quasi sempre contro il piede d'albero, leggermente verso poppa, sto lavorando sul tenere la gamba davanti rigida. Non so mai se spingere col tallone sull'esterno della tavola o far leva sulla punta.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.389 secondi

Messaggi Privati

Non sei identificato sul sito.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.