Forum ES

Suscríbete a nuestros boletines!

No te pierdas nuestras noticias y comunicados: suscríbete a nuestros boletines!
Estoy de acuerdo con el Política de privacidad

Parliamo di tecnica...

Más
04 Mar 2019 20:56 #6402 por MrQuality
Respuesta de MrQuality sobre el tema Parliamo di tecnica...
Grazie Fabio del consiglio, un effetti volevo aprire un topic per parlare della bolina stretta, hai ragione io avevo la mia tavola freeride grande con pinna da 50 per questo non entravo in spinout, devo provare a far lavorare il bordo come dici tu voglio testare, ma non voglio andare fuori topic qui. Grazie

Tabou Rocket CED 105; Tabou Speedster LTD 128;
Starboard foil 147; Starboard Supercruiser, Challenger Liquido 9.2; Challenger Fluido T3 8.5; Challenger Bad 2- 7.7; Challenger Konda 6.3; Challenger 4-G Pro 5.5; Severne boom Alu Race, Tecnolimits boom Freeride, Tecnolimits boom wave etc. etc.

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
04 Mar 2019 09:12 - 04 Mar 2019 21:53 #6398 por ita4012
Respuesta de ita4012 sobre el tema Parliamo di tecnica...

Ciao!
.... e spingo pian piano col piede posteriore per andare in bolina. ..... e ieri pur essendo molto freddo (1 grado) e acqua gelata mi sono divertito con gli altri. Non vedo l'ors du ritornare in aqua!!!!


In questa discussione, sul tema è stato già scritto molto, e non aggiungo altro rispetto a quanto da me riportato nei miei precedenti passaggi per non rendere la discussione dispersiva.
Mi soffermo, però, solo su questa tua affermazione sopra citata, che non trovo corretta. In planata, per bolinare non si spinge con il piede posteriore, ma si fa lavorare maggiormente il rail (lo spigolo del bordo) di sopravento della tavola, per fargli fare maggiore presa nell'acqua, calcando con i talloni di entrambi i piedi.

Spingendo con la gamba di poppa, ed orzando, si va in spin out, e solo una tavola con una pinna sopra i 30 cm, è in grado di tollerare per un po' questa azione scorretta.

Per il resto, complimenti per essere uscito con 1 grado di temperatura dopo essere stato 6 mesi al caldo a Tenerife. E' solo una vera passione che spinge a fare simili cose!

Ciao. Fabio

Sostenete Waterwind: diventate Supporter! Sustain Waterwind: become a Supporter!

Share your passion!
Última Edición: 04 Mar 2019 21:53 por ita4012. Razón: Errore di battitura
El siguiente usuario dijo gracias: MrQuality

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
03 Mar 2019 15:50 - 03 Mar 2019 15:56 #6396 por MrQuality
Respuesta de MrQuality sobre el tema Parliamo di tecnica...
Ciao!
Io penso che col tempo ognuno di noi affini la propria tecnica ma entrare in planata è più o meno la stessa cosa per tutti. Io dopo le tante uscite ho capito quello che funziona per me per entrare in planata e nelle straps velocemente. Per farla breve, inizio stando centrale sulla tavola ed attaccato al trapezio, vado al lasco per prendere velocità e quando la tavola raggiunge velocità infilo il piede anteriore partendo in planata , cerco di avere la gamba anteriore tesa ed il corpo basso( io sono 1.92 cm ed ho scoperto che abbassandomi la planata parte prima) dopo che la tavola prende ancora un pò di velocità metto repentinamente il piede posteriore nella straps(con un colpo secco e veloce) e in full planing sposto il corpo in avanti verso la prua e spingo pian piano col piede posteriore per andare in bolina. Quando sono in planata ho gamba tesa anteriore e semitesa posteriore. Questo funziona per me, proprio ieri ho provato una bella planata con la mia tavola con le straps in posizione tutta arretrata ed è stata una figata perché 8 mesi fa quando.la.utilizzai per l'ultima volta le straps erano tutte all'interno e ieri pur essendo molto freddo(1 grado)e acqua gelata mi sono divertito con gli altri. Non vedo l'ors du ritornare in aqua!!!!

Tabou Rocket CED 105; Tabou Speedster LTD 128;
Starboard foil 147; Starboard Supercruiser, Challenger Liquido 9.2; Challenger Fluido T3 8.5; Challenger Bad 2- 7.7; Challenger Konda 6.3; Challenger 4-G Pro 5.5; Severne boom Alu Race, Tecnolimits boom Freeride, Tecnolimits boom wave etc. etc.
Última Edición: 03 Mar 2019 15:56 por MrQuality.
El siguiente usuario dijo gracias: Paolol

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
30 Ene 2019 21:21 #6272 por ita4012
Respuesta de ita4012 sobre el tema Parliamo di tecnica...
Se ti può interessare, io entro in planata con almeno il piede anteriore già nella straps, e quasi di bolina larga, solo quando sono in condizioni di vento veramente forte. In tali casi, appena si poggia, la tavola parte come un razzo, ed allora è meglio giocare sulla difensiva ed avere un (o raramente anche tutte e due) piede nella strap. Oppure, bisogna essere molto rapidi.

Oppure, sempre con vento forte, a volte faccio la partenza dall'acqua con entrambi i piedi nelle straps, ed entro poco dopo in planata.

Sto parlando di vento veramente forte, e di tavole con volume ridotto.


Ciao. Fabio

Sostenete Waterwind: diventate Supporter! Sustain Waterwind: become a Supporter!

Share your passion!

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
30 Ene 2019 21:12 #6271 por Marco Q
Respuesta de Marco Q sobre el tema Parliamo di tecnica...
In tutto ciò dovresti fare una cosa che, quando si parla in via teorica di qualunque attività che prevede una tecnica quasi chiunque dimentica: concentrati su di te, su chi sei, che cosa vuoi (relativamente alla pratica del windsurf) e quali siano il tuo livello ed il tuo obbiettivo...
Ovvero, sei disposto a rallentare l’apprendimento per investire nell’abituare le braccia alla strambata (che a differenza della planata trapezio e straps, raggiungerai fra non meno di due stagioni intense)? Vuoi provare a perdere chilometri di acqua per provare a partire con entrambi i piedi nelle straps chiaramente soprainvelato, quindi faticando oltremodo, per evitare di passare comodamente (si fa per dire) dove sono passati i più? Libero, saresti se non il primo (alle nostre latitudini) uno dei pochissimi (che io non ho mai conosciuto).
Il sistema che abbiamo utilizzato noi non solo è il meno faticoso (quindi avresti energie per rimanere più tempo in acqua per progredire e divertirti) ma anche il più rapido.
Elucubra...

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
30 Ene 2019 19:21 - 31 Ene 2019 14:45 #6270 por nakaniko
Respuesta de nakaniko sobre el tema Parliamo di tecnica...
Ma no ciarlatano no, propone due modi alternativi al metodo classico, in certe situazioni possono funzionare. Ma lui stesso fa capire che il metodo classico rimane il principale.
Quello senza trapezio migliora il fitness e ci credo, se esiti qualche minuto ad agganciarti al trapezio ti fai un kiulo cosí. Poi in certe situazioni anche io sono saltato dalla waterstart alle straps quasi di scatto, e ok, mi sono agganciato dopo, chiaro. Sulla terza bah, con tavole freestyle voluminose in poppa e al lasco con vento solido é possibile, al surfista reale col vento trafficato dubito.
Ah che il nontrapezio-style sia un passo per la strambata Power mi pare un po' forzato, quando è peso in avanti e vela chiusa il discorso principale, é il filmato di Pritchard mostra che uno senza trapezio sta con vela aperta e tutto arretrato in difesa...

windsurf e snowboard ovunque, vedere www.youtube.com/user/nakaniko/videos
A Venezia: tavole Starboard
Fuori Venezia: tavole JP + windsup Moki
Vele: Hot Sails Maui
Última Edición: 31 Ene 2019 14:45 por nakaniko. Razón: disastri del correttore automatico del telefonino

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
30 Ene 2019 18:52 #6269 por Paolol
Respuesta de Paolol sobre el tema Parliamo di tecnica...
Si, ok il metodo tradizionale funziona. Nessuno può metterlo in dubbio. Altrimenti scendiamo al livello dei terrapiattisti e possiamo dire che non è che la tavola scivola sull'acqua ma è l'acqua che scivola sotto la tavola ferma. :P
Il mio scopo era però di sapere se c'erano altri modi validi (e mi sembra ci siano non sono stupidaggini) e capire il perchè e sentire pareri sui differenti approcci.
Per esempio :

Active: from a dynamic low position get the board planing unhooked, then get in the straps and then hook in. This pays huge dividends for the future and is actually what I push people to do to build their windsurf fitness and ready my intermediates on my coaching holidays to become wavesailors. Planing carve gybes will only really be cracked if you can plane in the straps before hooking in!


Jem Hall da una motivazione interessante.Ritiene che la scelta paghi nella futura evoluzione.
E' vero, non è vero.E' obbligato a proporre qualcosa di rivoluzionario altrimenti nessuno frequenterà i suoi clinic. E' un ciarlatano, gli scriviamo spiegandogli dove e perchè sbaglia,.....:)

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
30 Ene 2019 17:48 #6267 por nakaniko
Respuesta de nakaniko sobre el tema Parliamo di tecnica...
Anche perchè se mi permettete qui mi pare che si tratti di un principiante con tavolozza grossa, direi un RRD Easyride M, con straps tutte avanzate, vela anche giusta per planare, e infatti plana anche con la vela aperta, invece che sottodimensionata da principiante. Il vento è bello sostenuto.
Quindi un problema di controllo della tavola, e quindi teoria a,b, o c che sia di infilare presto le straps o addirittura quasi subito ci può stare,m cpome di piegare le gambe per evitare di finire sottovento coma infatti succede alla fine.
Con una tavola più tecnica infilare le straps prima di planare lo può rendere impossibile.
Ma poi poche pugnette, il movimento descritto dal boss è quello intuitivo che alla fine viene spontaneo a tutti, in fin dei conti non ricordo di aver letto grandi istruzioni per l'uso, mi sono buttato e un po' alla volta le cose sono venute,

windsurf e snowboard ovunque, vedere www.youtube.com/user/nakaniko/videos
A Venezia: tavole Starboard
Fuori Venezia: tavole JP + windsup Moki
Vele: Hot Sails Maui

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
30 Ene 2019 14:13 - 30 Ene 2019 14:21 #6263 por ita4012
Respuesta de ita4012 sobre el tema Parliamo di tecnica...
Mi trovo poco d'accordo con Pritchard, ed anche con l'impostazione definita "New School" di Jem Hall. Mi trovo più d'accordo con l'impostazione "Active" di Jem Hall. Al limite, la variante possibile può essere se attaccarsi prima o dopo al trapezio. Ed in effetti, poi, quando si va tra le onde, meno si è abituati ad attaccarsi subito al trapezio, meglio è.

Anche se in Brasile, insegnano ai bambini, come prima cosa, a fare la waterstart con entrambi i piedi nelle straps, nel video di Pritchard si vede quanta fatica il poveraccio faccia a far entrare la tavola in planata, avendo entrambi i piedi nelle straps. In particolare, quello posteriore infilato nella strap, fa affondare la poppa della tavola nell'acqua, che, quindi, frena. Quello davanti, non trasmette efficacemente alla tavola la spinta del vento nella vela, attraverso il piede anteriore posizionato più efficacemente poco a poppavia del piede d'albero, come ti ha scritto anche Marco Q. La gamba di prua tesa è la migliore resistenza che si possa offrire alla catapulta.

Ciao. Fabio

Sostenete Waterwind: diventate Supporter! Sustain Waterwind: become a Supporter!

Share your passion!
Última Edición: 30 Ene 2019 14:21 por ita4012.

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
30 Ene 2019 14:10 #6262 por Marco Q
Respuesta de Marco Q sobre el tema Parliamo di tecnica...
Con tutto il rispetto per Jem Hall, non conosco nessuno che utilizza la tecnica new school per principianti, nemmeno le scuole.
E neppure la via di mezzo.
Nel video si intuiscono due cose: 1) il principiante non lo è poi così tanto (tu hai già quel livello? Complimenti!); 2) il vento non è tanto scarso ( a occhio direi ca. 15 nodi) infatti l’istruttore sembra avere una Tabou fs o fsw...

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Tiempo de carga de la página: 0.465 segundos

Mensajes privados

No has iniciado sesión

Este sitio utiliza cookies, incluso de terceros. Al cerrar este banner, desplazarse por esta página o hacer clic en uno de sus elementos, autoriza el uso de cookies. Si desea saber más, lea la Política de cookies.