Forum ES

Suscríbete a nuestros boletines!

No te pierdas nuestras noticias y comunicados: suscríbete a nuestros boletines!
Estoy de acuerdo con el Política de privacidad

Imprevisto

Más
05 Oct 2018 16:58 #5406 por Grit
Respuesta de Grit sobre el tema Imprevisto
Ciao Marco,
hai ragione non si dovrebbe arrugginire, forse è solo la rondella, in ogni caso verifico prima della prossima uscita.
;)
Un saluto
B.

Tavole: Tabou Rocket 125 / JP FSW 98
Vele: Simmer 4.0 / Neil Pride NR 4.5 / Simmer Icon 5.0/ Neil Pride Ride HD 6.5 / Loft Sails Oxygen 7.9

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
04 Oct 2018 18:06 #5394 por Marco Q
Respuesta de Marco Q sobre el tema Imprevisto
Se ti riferisci alla vite della pinna powerbox... se inox non dovrebbe arrugginire, perciò cambiala subito; preferisci la testa a brugola (5mm di solito, stessa misura di molte chiavette tendistecca fornite con le vele e che stanno nella taschino della muta per la chiave dell’auto).

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
04 Oct 2018 10:11 #5390 por Grit
Respuesta de Grit sobre el tema Imprevisto
Hai ragione Marco, perchè al mio amico si è rotto il perno filettato del piede d'albero. :S
Ed ora che mi ci fai pensare devo sostituire quello della mia pinna che è un po arrugginito.

Un saluto
B.
:)

Tavole: Tabou Rocket 125 / JP FSW 98
Vele: Simmer 4.0 / Neil Pride NR 4.5 / Simmer Icon 5.0/ Neil Pride Ride HD 6.5 / Loft Sails Oxygen 7.9

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
04 Oct 2018 00:03 #5387 por Marco Q
Respuesta de Marco Q sobre el tema Imprevisto
È fin troppo facile dirlo in questa sede e adesso, ma se ci pensate, a parte le rotture dell’hardware (albero, boma, pinna) ormai sempre più rare poiché, viste le sollecitazioni al quale viene sottoposto non solo dagli atleti ma soprattutto dai freestyler/waver nostrani, l’industria fa sempre più robusto, i cedimenti del materiale che ci fanno naufragare sono roba da pochi soldi... scotta della maniglia del boma (€1,5/mt), tendon del piede d’albero (€15/18 cad), set del trapezio (€15/20 set), vite della pinna (€2/3) a fronte di parecchie centinaia se non migliaia di € spesi per vele e tavole. Basterebbe un controllo all’inizio di ogni stagione o una sostituzione forzata ogni due (soprattutto del tendon - tende a seccarsi e quindi a creparsi).
A volte anch’io me ne scordo, e finora m’è andata bene...

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
03 Oct 2018 17:27 #5384 por Grit
Respuesta de Grit sobre el tema Imprevisto
Grazie mille Fabio ai vari contributori, tutto molto interessante. :) :)
Spero di non dover mai mettere in pratica nessuno dei consigli o video visti.
B)
Un saluto
B.

Tavole: Tabou Rocket 125 / JP FSW 98
Vele: Simmer 4.0 / Neil Pride NR 4.5 / Simmer Icon 5.0/ Neil Pride Ride HD 6.5 / Loft Sails Oxygen 7.9

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
03 Oct 2018 09:31 - 03 Oct 2018 17:38 #5376 por ita4012
Respuesta de ita4012 sobre el tema Imprevisto
In questa discussione, avevamo già discusso della questione: www.waterwind.it/new/it/forum-it/video-e...ravvivenza.html#3080

Comunque, oltre alle sagge regole da te richiamate, Bruno, suggerisco, in casi di condizioni più rischiose (vento offshore, mare molto formato, temperatura bassa) di uscire con un piede d'albero con delle cimette di sicurezza robuste, che consentano la navigazione anche in caso di piede d'albero rotto. Io, personalmente, in tali circostanze uso un piede d'albero con fettucce (e non cimette) di sicurezza.

Quanto al fatto di abbandonare il rig, segnalo quanto segue.

1) Il rig non sempre affonda, anche se l'albero non ha i tappi (ormai raro). Io ho trascinato un rig per 1,5 km ( leggete qui ), senza che affondasse (e l'albero non aveva i tappi).

2) Se c'è vento e mare formato, che non spingono in spiaggia, ma al largo, è impensabile nuotare trascinandosi il rig dietro (anche se smontato), e quindi quasi sciuramente va abbondanto. La tavola, invece, non va mai abbandonata, ed è la nostra zattera di salvataggio.

3) Se, invece, non c'è vento, nè mare, o se entrambi spingono in spiaggia, e si vuole nuotare, piuttosto che smontare suggerirei di nuotare adottando la posizione "tartaruga": nuotare a pancia in giù sulla tavola, con il rig sopra la tavola (piede d'albero verso prua, boma sotto la pancia, e corpo del rider tra boma e vela). Da provare come esercizio, in condizioni tranquille, per saperlo fare al momento del bisogno.

Ciao. Fabio

Sostenete Waterwind: diventate Supporter! Sustain Waterwind: become a Supporter!

Share your passion!
Última Edición: 03 Oct 2018 17:38 por ita4012.

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
02 Oct 2018 23:58 #5374 por Grit
Respuesta de Grit sobre el tema Imprevisto
Ciao a tutti,
anche a me a maggio è capitato un piccolo imprevisto in mare.
Mentre ero in acqua ad Ostia (RM) con 5.7+98 con un vento ballerino tra i 16-20 nodi (SE), dopo il primo bordo ad uscire mi si è sganciato il boma dall'albero, probabilmente per la fretta di entrare in acqua non l'avevo agganciati bene. Devo dire che in acqua eravamo in tanti ed in molti mi sono avvicinati per chiedere se era tutto ok, per fortuna non essendo troppo lontano dalla costa, circa 200m e per il fatto che c'era una leggera onda che mi spingeva verso riva ho preferito rientrare a nuoto appoggiato alla vela e tavola.
Una volta arrivato in spiaggia un collega mi ha detto che avrei potuto rimontarlo in acqua, sinceramente non ci ho pensato e non pensavo che si sarebbe potuto fare.
Da allora tutte le volte prima di entrare in acqua mi accerto di aver montato bene il boma. :P :P :P

Invece voglio raccontare un altro imprevisto capitato ad un mio amico alle prime planate ed ancora un po inesperto.
Circa un mese fa con un ponente a Campo di Mare costa Nord di Roma sui 15-18 nodi, si è trattenuto quando tutti stavano per uscire ed il vento era diventato molto instabile, ha preso una bella raffica ed un po per la sua inesperienza si è allontanato molto al traverso ed una volta arrivato molto al largo gli si è rotto il perno del piede d'albero. :sick: :S
A quel punto essendo molto lontano dal punto di partenza ed avendo il rig che gli affondava, forse perche l'albero era senza tappi, ha deciso di abbandonare tutto e tornare nuotando steso sulla tavola (RRD 110 litri). Alla fine è riuscito a raggiungere all'imbrunire la riva a circa un paio di km dal punto di partenza ed è stato soccorso e riaccompagnato alla macchina da un ragazzo che correva sulla spiaggia. Diciamo che anche se sfortunato è stato fortunato che il mare si era calmato, che la corrente portava verso riva e che la temperatura era mite.
Sicuramente da questa brutta avventura ha imparato in un colpo solo una serie di regole auree:
a) Non stare in acqua da soli
b) controllare sempre l'attrezzatura prima di entrare in acqua
c) avere il piede d'albero non troppo datato
d) fare bordi corti specialmente quando si è alle prime armi.

Premesso che come prima cosa ha fatto bene a mettere in salvo la propria vita, lui si rimprovera di non aver pensato a smontare la vela che era abbastanza recente (Ezzy 6.5). L'avrebbe potuto fare?

Poi volevo sapere se ci sono dei video o guide su come comportarsi in casi di emergenza, perchè qualcosa mi era sembrato di leggere ma non ricordo dove.

Un saluto a tutti
Bruno

Tavole: Tabou Rocket 125 / JP FSW 98
Vele: Simmer 4.0 / Neil Pride NR 4.5 / Simmer Icon 5.0/ Neil Pride Ride HD 6.5 / Loft Sails Oxygen 7.9

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
20 Sep 2018 09:55 - 11 Dic 2018 14:19 #5185 por Full
Respuesta de Full sobre el tema Imprevisto
l'importate e che sei riuscito a rinetrare senza troppo problemi! io forse ho qualche pinna,

RRD fire race 122l
Starboard Flare 93
Ultra Kode 76l


Neilpryde v8 7.0
Neilpryde Atlas 5.7
Neilpryde Combat 5.3 --> 3.7
Simmes 3.4 Black Tipe



Última Edición: 11 Dic 2018 14:19 por Full.

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
17 Sep 2018 21:00 #5171 por Il Mene
Respuesta de Il Mene sobre el tema Imprevisto
Vedo che la pinna non ha giocato brutti scherzi solo a me!:side:
@fabio: consigli sacrosanti, come sempre. In effetti il mio proposito era proprio di condividere un’esperienza sfortunata per essere utile. Credo di averti visto sabato ma stavo già surfando con la pinna prestata da Alberto nella seconda, e migliore, parte dell’uscita. Ho sempre controllato le parti più sottoposte ad usura (piedino in primis, che cambio ogni due anni a prescindere) ma la pinna non l’avevo mai considerata rompibile senza incidenti.
@marco q: grazie ma anche in vista di acquisti futuri credo mi orienterò su una 38/40

Starboard Kode FSW 94 2016 | Starboard Flare 106 2011 | Tabou 3S 117 2018 || Ezzy Wave SE 4.2 2008 | Point-7 Salt 4.8 2012 | Ezzy Zeta 5.5 2018 | Ezzy Legacy 6.5 2019 | Ezzy Freeride 7.5 2008

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Más
17 Sep 2018 19:53 #5170 por Marco Q
Respuesta de Marco Q sobre el tema Imprevisto
Simmer freeride 34 G10, mai neppure bagnata. Con fodero originale.
Pensaci.
Ciao

Por favor, Identificarse o Crear cuenta para unirse a la conversación.

Tiempo de carga de la página: 0.648 segundos

Mensajes privados

No has iniciado sesión

Este sitio utiliza cookies, incluso de terceros. Al cerrar este banner, desplazarse por esta página o hacer clic en uno de sus elementos, autoriza el uso de cookies. Si desea saber más, lea la Política de cookies.